CHIUDI [X]
 
Lanciano   Cronaca 07/04

Lanciano. Minacce al proprietario del locale dove ha consumato il pranzo di nozze: in carcere

Dai domiciliari in permesso per celebrare il matrimonio, non voleva pagare il conto

Una volanteLANCIANO - Nel corso dei servizi di ordine pubblico predisposti dal Questore di Chieti diretti alla prevenzione e repressione dei reati di violenza contro le persone e riconducibili alla fenomenologia dei delitti commessi nei luoghi di ritrovo dei giovani (c.d. movida cittadina), gli uomimi del Commissariato di Lanciano hanno tratto in arresto un cittadino lancianese di etnia rom di 36 anni ritenuto responsabile di gravi atti di minacce nei confronti del gestore di un noto esercizio pubblico cittadino.

L'arrestato era già sottoposto agli arresti domiciliari munito anche di braccialetto elettronico, strumento questo inizialmente installato proprio per cercare di contenere la sua "indole violenta" evidentemente non altrimenti contenibile. Nonostante questa sua condizione ha nuovamente reiterato un'analoga condotta che lo aveva portato inizialmente in carcere per avere provocato lesioni gravissime a un ragazzo di Lanciano lo scorso autunno e sempre in un locale pubblico della città. La misura era stata attenuata con gli arresti domiciliari con obbligo di braccialetto elettronico. Non ultimo, approfittando di un permesso premio concessogli per celebrare il suo matrimonio, ha posto in essere una ulteriore condotta violenta e minacciosa contro il proprietario di un locale cittadino nei quale aveva consumato il pranzo di nozze e a cui non voleva pagare il corrispettivo, circostanza questa che ha indotto il pubblico ministero a chiedere l'aggravamento della misura al gip che ha emesso la misura cautelare della custodia carceraria. L'arrestato è stato condotto presso il carcere di Pescara a disposizione della magistratura.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi

     
     

    Chiudi
    Chiudi