Lanciano   Attualità 03/12/2021

"Prima li assembriamo sotto l’albero e poi li sottoponiamo ai tamponi?"

Iniziative natalizie, Aruffo contro l’amministrazione comunale

“Abbiamo appreso dell'iniziativa sottoscritta da ben quattro assessori per l'accensione dell'albero, con invito a scuole e famiglie in piazza Plebiscito non solo per il 7 dicembre alle ore 18 ma anche per le fasi di preparazione con tanto di calendario per gli spostamenti dalle scuole in piazza”. A dirlo è Rita Aruffo, consigliera di minoranza, capogruppo di Lanciano per Tutti, alla sua prima esperienza in consiglio comunale.

“Una iniziativa che sta destando preoccupazione per tanti docenti e genitori che, infatti, si stanno organizzando anche in proprio. Francamente, - rimarca la consigliera - pur volendo comprendere il desiderio di tornare alla normalità delle nostre vite e rinnovare il clima di festa natalizia, non possiamo fare a meno di cogliere la contraddizione nel fornire messaggi discordanti ai cittadini. Da una parte una nota inviata alle scuole sottoscritta da ben 4 assessori in modo tanto ridondante quanto curioso e dall’altro l’appello di uno degli stessi assessori alla Asl per una giornata di screening di massa degli studenti: prima li assembriamo magari per una foto con gli assessori sotto l’albero e dopo li sottoponiamo a tampone?”.

La consigliera Aruffo rimarca come ci sia “il bisogno di contenere la pandemia che è ormai alla sua quarta ondata, non si può essere leggeri, soprattutto quando sindaco e giunta compiono scelte che sono esempio per l'intera comunità”.

“Dobbiamo anche sottolineare ancora, ricevendo le richieste di tanti cittadini, che la comunicazione sulla situazione dei contagi in città è carente e lacunosa. - dice ancora Aruffo - Ci auguriamo che la prossima assunzione di un addetto stampa - l’avviso è uscito proprio ieri per la ricerca della figura a ciò dedicata - possa colmare questa grave lacuna in un periodo così difficile per tutti. Purtroppo sono sotto gli occhi di tutti i dati di contagio sempre crescenti, quelli della diffusione del virus proprio nelle scuole. Gli Istituti combattono quotidianamente la necessità di scelte durissime per la popolazione scolastica. Ogni giorno c'è il dato di classi in quarantena, - si legge ancora nella nota - la necessità di continuare la didattica in presenza e quella di seguire le scolaresche in DAD. Da qui la necessità di una maggiore prudenza nel radunare bambini e famiglie, la necessità da parte dell'Amministrazione di essere più cauta in queste scelte. Sicuramente le feste natalizie sono occasione di gioia e letizia, - conclude - ma tutto deve essere contemperato da scelte di responsabilità per i cittadini. Non si tratta di rovinare le feste, si tratta di preservare la comunità”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi

       

      Chiudi
      Chiudi