CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


23 settembre 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Lanciano   Attualità 24/08

Lanciano, durante l’incendio manca l’acqua, la Sasi si giustifica

"Abbiamo aumentato anche la portata d’acqua, più di così non potevamo fare"

Non bastava l’incendio nelle contrade a nord ovest di Lanciano, domenica scorsa infatti i residenti hanno lamentato anche una ancor più fastidiosa del solito mancanza d’acqua

“Abbiamo fatto davvero tutto il possibile comprendendo la gravità della situazione – commenta il presidente della Sasi Gianfranco Basterebbe – abbiamo aumentato anche di due litri al secondo l'erogazione della risorsa idrica, portando i litri da 6 a 8, purtroppo quando i serbatoi si esauriscono le difficoltà non sono evitabili. E in una situazione di estrema necessità i serbatoi sono rimasti a secco in poco tempo. Capisco i disagi e la rabbia, ma noi più di quanto abbiamo fatto non potevamo fare”.

A ribadire l'impegno della Sasi ma pure la gravità della situazione legata alla risorsa idrica è Pio D'Ippolito, responsabile dell'area tecnica della società.

“I due litri che siamo riusciti ad aumentare per le contrade colpite dagli incendi sono stati sottratti ad altre zone che quindi hanno patito problemi maggiori, - spiega - lo abbiamo fatto ritenendo questa scelta giusta considerata l'emergenza incendi. Va detto che anche i vigili del fuoco hanno utilizzato pure l'acqua potabile cosi come tante famiglie, questo è comprensibile data la drammatica circostanza ma l'effetto è quello di svuotare in tempi brevi i serbatoi. Abbiamo evitato la chiusura notturna - prosegue - proprio per dare un briciolo di sollievo e rassicurare i residenti. Devo però ancora una volta sottolineare che la situazione legata all'acqua è grave, non abbiamo bacchette magiche e facciamo sempre tutto quanto è nelle nostre possibilità per contenere i disagi”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Annunci di Lavoro

     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi

       
       

      Chiudi
      Chiudi