CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


23 settembre 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Lanciano   Politica 30/07

Stop alla proroga per i tribunali, Pupillo e Vassalli: "È un gesto antidemocratico"

Le reazioni di sindaco e presidente dell’Ordine degli avvocati di Lanciano

"È un fatto di una gravità inaudita che apre una voragine nello Stato di diritto, un gesto irriverente, illogico e antidemocratico che colpisce a morte la democrazia parlamentare e con essa la rappresentanza di interi territori espressa attraverso i parlamentari". Mario Pupillo, sindaco di Lanciano, e Silvana Vassalli, presidente dell'Ordine degli avvocati di Lanciano, commentano così lo stralcio da parte della presidente del Senato Casellati dell'emendamento che prorogava fino al 2024 l'attività dei tribunali di Lanciano, Vasto, Avezzano e Sulmona [LEGGI].

"I Senatori che all'unanimità si erano espressi per l'emendamento in tutte le commissioni parlamentari sono stati scavalcati e offesi e con essi i cittadini, i Sindaci e tutti coloro che hanno a cuore la Costituzione e il diritto alla giustizia di prossimità", aggiungono Pupillo e Vassalli. 

"L'emendamento votato all'unanimità da tutti i Senatori, compresi i rappresentanti di Forza Italia il partito della Casellati, prevedeva la proroga della funzionalità  di 4 Tribunali abruzzesi. L'emendamento è stato approvato prima dalle Commissioni Giustizia e Affari  Costituzionali, poi discusso e approvato in Commissione Bilancio - ricostruiscono i due esponenti frentani -. Quindi tanti Senatori  ppartenenti ai diversi  gruppi parlamentari e rappresentanti dei tanti territori nazionali hanno sostenuto e approvato un emendamento presentato, sostenuto, sottoscritto da tutti i Senatori  abruzzesi. Purtroppo temiamo che i nostri Tribunali saranno definitivamente chiusi a settembre 2022 per volontà a questo punto ascrivibili in maniera chiara alla Presidente del Senato Casellati, seconda carica dello Stato e ai dirigenti ministeriali che hanno fatto muro: una volontà che non è quella dei territori e dei Senatori eletti che sono stati mortificati da un atto di cui devono essere ancora spiegati i contorni".

A Lanciano la prima presa di posizione è fortemente simbolica. "Le bandiere del Palazzo Municipale di Lanciano saranno esposte a mezz'asta in segno di lutto per la democrazia parlamentare offesa da quanto accaduto la scorsa notte in Senato". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Annunci di Lavoro

     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi

       
       

      Chiudi
      Chiudi