TimeOut - Turismo e sostenibilità, il futuro della Costa dei Trabocchi CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


30 luglio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Lanciano   Cronaca 07/07

Sparatoria alla zona industriale, spuntano i video delle telecamere di sorveglianza

30 minuti di video che mostrano esattamente quanto accaduto

Mentre il 28enne albanese O.K., ferito gravemente la sera del 18 aprile scorso nell’area industriale Follani di Lanciano da un colpo di pistola esploso da un suo connazionale, combatte in un centro riabilitativo per provare a recuperare le principali funzioni vitali interrotte dalla lesione al midollo spinale provocatagli dal proiettile, i quattro arrestati continuano a rimanere in carcere nonostante le varie istanze prodotte dai loro rispettivi legali che hanno più volte richiesto la  sostituzione della custodia in istituto di pena con quella degli arresti domiciliari.

I quattro albanesi sono stati arrestati dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Lanciano, poco dopo la sparatoria, mentre tentavano di far perdere le loro tracce e sono accusati, in concorso, di tentato omicidio, lesioni personali aggravate e porto abusivo di armi.

Gli stessi, nei vari interrogatori resi davanti  ai magistrati inquirenti hanno sempre fornito versioni contrastanti e stridenti con il verosimile andamento dei fatti, non offrendo alcun utile elemento per la ricostruzione del grave fatto né tantomeno un plausibile motivo scatenante il diverbio che ha poi portato alla resa dei conti. Inoltre hanno anche dichiarato di non aver armi e di non avere sparato.

Ma i Carabinieri della Compagnia di Lanciano hanno depositato nelle mani del Procuratore della Repubblica un video di circa 30 minuti estrapolato da alcune telecamere di sorveglianza installate nella zona industriale, che hanno ripreso la scena del crimine e che mostrano la sequenza dell’accaduto e la presenza dell’arma con la quale il 39enne Altin Poiana spara alle spalle il suo connazionale. Intanto le indagini proseguono sotto la direzione della Procura della Repubblica di Lanciano. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi