CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


30 luglio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Lanciano   Attualità 30/06

È morto Ennio De Benedictis, l’ideatore del Frentano d’Oro

Avrebbe compiuto 86 anni il prossimo 7 luglio

Se n’è andato ieri, nell’ospedale Renzetti di Lanciano, Ennio De Benedictis, storico ideatore del premio il Frentano d’Oro e personaggio di spicco della cultura lancianese.

È morto ieri, dopo una caduta accidentale in casa e a nulla è servita la corsa in ospedale e le cure dei sanitari. De Benedictis, che avrebbe compiuto 86 anni il prossimo 7 luglio, negli anni ’90 era stato il primo presidente dell’ordine di ragionieri e commercialisti di Lanciano, dopo il distaccamento dalla sezione di Chieti da cui la città frentana dipendeva.

Orgoglioso cittadino lancianese, “amava a tal punto la sua città e tutto il territorio circostante - come ricorda l’amico Mario Giancristofaro, giornalista del Messaggero - da essersi letteralmente inventato il premio Frentano d’Oro nel 1998”, un riconoscimento per tutti quei frentani appunto che, negli anni, si sono distinti lontano dalla loro città natale. Ultima edizione, il 2018, con l’assegnazione dell’ambito premio alla cardiochirurgia Sonia Albanese, in occasione del ventennale.

De Benedictis, nonostante le condizioni di salute non erano più quello di un tempo, era già al lavoro per l’edizione 2021, alla costante ricerca di un personaggio di spicco da eleggere Frentano d’Oro post pandemia.

I funerali si terranno venerdì 2 luglio, nella chiesa parrocchiale di Villa Andreoli, alle ore 16.30. Alla famiglia vanno le più sentite condoglianze della redazione di Zonalocale.

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi