Lanciano   Cronaca 26/06

Aggressioni e minacce di morte all’ex fidanzata: 25enne agli arresti domiciliari

La ragazza più volte costretta a ricorrere alle cure del pronto soccorso

I Carabinieri della Stazione di Lanciano e del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia questa mattina hanno arrestato F.A., 25enne di Lanciano, accusato di atti persecutori, violenza privata, lesioni personali aggravate alla rapina ed al procurato allarme.

Il provvedimento restrittivo è scaturito da una complessa attività svolta dai militari della Compagnia di Lanciano, diretti dal Maggiore Vincenzo Orlando, a seguito dei vari episodi violenti messi in atto dal giovane e delle denunce presentate dall’ex fidanzata, una ventenne del luogo.

La ragazza aveva denunciato ai carabinieri "di essere vittima di atti persecutori da parte del fidanzato, sfociati anche in comportamenti violenti - spiega Orlando - . Il ragazzo, oltre ad inviare quotidianamente ripetuti ed insistenti messaggi ed a telefonarle ripetutamente, in più occasioni la aggrediva fisicamente e addirittura in una circostanza la costringeva a rimanere tutta la notte nella sua abitazione dalla quale riusciva ad allontanarsi solo la mattina dopo approfittando di un momento propizio".

I militari hanno accertato una serie di episodi vessatori. "In un’altra circostanza - prosegue il maggiore Orlando - il 25enne aveva avvicinato la donna sulla pubblica via e le aveva puntato un coltello minacciando inoltre di morte il suo nuovo compagno ed ancora, un'altra volta, l’aveva raggiunta, sempre in pubblico e, a torso nudo e con i pantaloni abbassati, le aveva strappato la borsa togliendole il cellulare e facendola cadere a terra procurandogli lesioni. Più volte la ragazza ha dovuto infatti fare ricorso alle cure dei sanitari del pronto soccorso dell’Ospedale di Lanciano per lesioni ed ecchimosi multiple e traumi cranici non commotivi, sempre fortunatamente con prognosi di pochi giorni".

Il gip del tribunale di Lanciano "in ragione della gravità, sistematicità e persistenza delle condotte persecutorie e violente commesse con un dolo intenso ed un proposito vendicativo, nonché al fine di garantire l’incolumità fisica , seriamente in pericolo, della giovane donna, ha riconosciuto la sussistenza delle esigenze cautelari ed ha emesso il provvedimento cautelare in regime di arresti domiciliari eseguito questa mattina dai carabinieri".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Annunci di Lavoro

     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi