Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


20 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Lanciano   Attualità 10/06

"Il mondo in una scuola", il ventennale del giornalino dell’Umberto I

Alle Torri Montanare per la cerimonia di fine anno dell’istituto

Attualità, emergenza Covid, sport, cultura e la Lanciano di domani sono solo alcune delle sezioni di “Il mondo in una scuola”, il giornale dell’istituto comprensivo Umberto I, presentato ieri in una cerimonia allegra, appassionata e finalmente in presenza, nella piazza d’Armi delle Torri Montanare.

I ragazzi della redazione, guidati dal direttore Simona Di Cicco, hanno finalmente potuto mostrare ai loro compagni il risultato di un anno di lavoro, nell’anno in cui il giornale spegne orgogliosamente 20 candeline.

La cerimonia di fine anno è stata inoltre occasione per premiare i finalisti dei Giochi Matematici e Problem Solving e proclamare i vincitori del primo concorso letterario “La scuola che vorrei" aperto alle classi IV e V delle Primarie e le classi della Secondaria dell'Istituto la cui giuria è stata presieduta dal professor Alessandro Mariotti.

L'Istituto Umberto I, diretto dalla professoressa Anna Maria Sirolli, anche in questo anno difficile ha messo in campo progetti e attività che hanno reso viva e propositiva la scuola grazie all'impegno di tutti e soprattutto degli alunni protagonisti assoluti del loro percorso formativo.

“È questa la scuola che ci piace. - ha concluso la mattinata la professoressa Rosetta Madonna - La scuola che ci appassiona, che ci vede insieme e che ci apre verso la nostra comunità: è questa la scuola che fa scuola”.

Guarda il video

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi