CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


20 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Lanciano   Attualità 02/06

Palamasciangelo aperto ma senza personale, 40 prenotati costretti a tornare a casa

Struttura aperta alla mercé di tutti, i cittadini chiamano le forze dell’ordine

Caos al Palamasciangelo nel pomeriggio di oggi, 2 giugno, quando circa 40 vaccinandi sono stati costretti a tornare a casa per mancanza di personale.

“Avevo la prenotazione per la prima dose di vaccino alle 15, ma quando sono arrivato, ho trovato il centro vaccinale aperto, ma completamente vuoto. - racconta a Zonalocale uno dei prenotati - Tutto era alla mercé di tutti; computer, magazzini, farmacia lasciati completamente incustoditi, senza alcun tipo di controllo e noi lì, con le nostre prenotazioni, lasciati soli senza sapere che fare”.

Una situazione che ha dell’assurdo se si pensa al grande lavoro che sanitari e volontari fanno ogni giorno per far sì che tutto fili liscio, senza intoppi né disservizii. Oggi però, complice la giornata di festa, qualcosa deve essere andare storto e così circa 40 persone sono state costrette ad andare via senza vaccino e senza spiegazione in quello che appare essere un vero e proprio corto circuito organizzativo tra Asl, che ha comunque preso le prenotazioni sulla piattaforma e personale al lavoro al Palamasciangelo, informato già dalla giornata di ieri della chiusura pomeridiana odierna del centro.

“Eravamo tutti dentro, seduti, senza alcun controllo, fino a che abbiamo chiamato le forze dell’ordine per capire cosa stesse accadendo”, prosegue nel racconto. Una volta sul posto, ed una volta accertata la situazione surreale, polizia ed un tecnico comunale non hanno potuto far altro che chiudere i cancelli e mandare tutti a casa nello sgomento e nel disappunto generale.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi