Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


11 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Lanciano   Cronaca 09/04

Pupillo: "Si apra il centro vaccinale al Palamasciangelo senza perdere neanche un minuto"

Il sindaco di Lanciano torna a sollecitare la Asl e la Regione

Nel giorno in cui apre i battenti il centro vaccinale al palazzetto dello sport di Vasto, il sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, torna a far sentire la sua voce affinchè anche nel comune frentano sia attivato il medesimo servizio, così come previsto dal piano della Asl Lanciano Vasto Chieti.

"A nome dei 60.000 abitanti del distretto sanitario di Lanciano, dei pazienti fragili trapiantanti, oncologici, diabetici e con gravi patologie in attesa di essere vaccinati da mesi ormai, degli over 80 impossibilitati a muoversi da casa che attendono di ricevere il vaccino a domicilio e delle decine e decine di persone che ogni giorno mi scrivono sul tema, torno a chiedere con forza che la Asl Lanciano Vasto Chieti e Regione Abruzzo avviino immediatamente, il prima possibile, le attività di vaccinazione al centro vaccinale del Palamasciangelo che abbiamo messo a disposizione gratuitamente a servizio dell'intero comprensorio frentano", scrive il primo cittadino. 

"È di questa mattina la notizia che alcuni nostri concittadini pazienti con fragilità o avanti con l'età sono stati dirottati a Chieti per la vaccinazione da Lanciano: ci saranno sicuramente delle ragioni che al momento ignoro ma che il direttore generale della Asl Thomas Schael e il direttore sanitario Angelo Muraglia dovranno chiarire e spiegare a me e ai cittadini - aggiunge Pupillo -. 

Non staremo in silenzio davanti a questa gestione inadeguata della sanità pubblica in un momento così delicato. Chiediamo che si dia seguito alle pressanti richieste della cittadinanza di cui mi sono fatto portavoce, affinché si possa ricevere il vaccino in una sede adeguata e dignitosa per quanti devono accedervi e per gli operatori sanitari che stanno profondendo un grande sforzo per superare disagi e difficoltà: nonostante gli encomiabili sforzi della referente dott.ssa Manola Rosato, che sta lavorando con il suo team con grande abnegazione, passione e dedizione, il distretto sanitario di Lanciano, come quello di San Vito e infine il laboratorio analisi del Renzetti non sono luoghi adeguati a una campagna vaccinale di massa che richiede spazi ampi e confortevoli, misure eccezionali per una campagna di vaccinazione eccezionale".

Pupillo aveva già sollecitato nei giorni scorsi l'attivazione della sede vaccinale nel suo territorio. "Noi ci auguriamo che non basti neanche il Palamasciangelo e che sarà necessario aprire altri palasport più capienti e accoglienti nel comprensorio: anzi, dal nostro canto siamo disponibili a mettere a disposizione da subito e in aggiunta anche il padiglione 1 del Polo Fieristico di Lanciano, grazie alla disponibilità del Presidente avv. Franco Ferrante, per raddoppiare, triplicare, quadruplicare se necessario le sedi vaccinali. 

Noi siamo a disposizione, come sempre. Spero che anche Asl e Regione Abruzzo mettano da parte le questioni di partito e si mettano a disposizione per il comune obiettivo: la salute dei nostri cittadini, che oggi passa per una campagna vaccinale che si deve fare qui e ora, senza perdere un minuto".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi