Videosorveglianza, lavori di aggiornamento per 31 telecamere - Altre 4 telecamere nel centro storico e 14 nei pressi degli istituti superiori

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


21 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Lanciano   Attualità 02/12/2020

Videosorveglianza, lavori di aggiornamento per 31 telecamere

Altre 4 telecamere nel centro storico e 14 nei pressi degli istituti superiori

Lavori di manutenzione straordinaria ultimati di recente sui 31 impianti di videosorveglianza del Comune di Lanciano che ora risultano attivi, funzionanti ed al servizio delle forze dell’ordine. La fornitura degli apparati è stata effettuata dalla ditta SmartyWaves srls, rappresentata dal direttore tecnico ingegner Massimo Fucci, per un totale di 30mila euro di fondi comunali.

Le 31 postazioni attive nel Comune di Lanciano raccolgono immagini video in tempo reale visionabili dalla regia centrale nel Commissariato di Lanciano e grazie ad un aggiornamento del sistema, si potranno utilizzare telecamere di ultima generazione 4K che consentono di registrare e ingrandire le immagini, oltre che di leggere le targhe della auto in transito e di collegarsi al sistema SCNTT (sistema centralizzato nazionale per transiti e targhe).

Di seguito l'elenco delle postazioni interessate dall'intervento: 3 telecamere rotatoria via per Treglio/Villa Martelli; 3 telecamere quartiere Santa Rita/piazza San Giovanni Paolo II; 4 rotatoria via per Treglio/via per Fossacesia/variante Frentana; 4 rotonda Marcianese; 4 nella zona ex ippodromo Villa delle Rose; 2 Corso Trento e Trieste; 2 piazza Pace/piazza d'Amico; 1 portici comunali Corso Trento e Trieste; 3 piazza Plebiscito; 1 rotonda via del Mare/Santa Giusta; 2 via Tinari; 2 incrocio via Masciangelo; 1 chiesa di Sant'Antonio. Sono quindi 31 le telecamere attive sul territorio comunale, mentre altre quattro saranno installate entro il mese di dicembre nel quartiere Civitanova dove sono stati già effettuati i sopralluoghi necessari all'installazione portando così a 35 il totale degli occhi elettronici. 

"Siamo molto soddisfatti di poter mettere a disposizione delle forze dell'ordine questi occhi attenti sulla vita della città, con un sistema implementato da telecamere di ultima generazione. - afferma il sindaco Mario Pupillo, in videoconferenza con la stampa e l’ingegner Fucci - È un intervento che abbiamo finanziato complessivamente con 30mila euro e che ha messo a nuovo la videosorveglianza del Comune di Lanciano: ringrazio il Questore di Chieti Annino Gargano e la dirigente del Commissariato di Lanciano Lucia D'Agostino per la fattiva collaborazione nell'interesse pubblico della sicurezza cittadina, così come ringrazio gli uffici comunali e in particolare gli operai che hanno eseguito gli interventi di sostituzione delle vecchie telecamere”. Inoltre, a breve, saranno affidati i lavori per installare ulteriori 14 telecamere nei pressi dei sette istituti superiori della città, grazie al finanziamento di circa 21mila euro intercettato dagli uffici e dall'assessore alla Pubblica Istruzione, Giacinto Verna, nell'ambito del progetto nazionale Scuole Sicure 2020-2021 per la prevenzione e la lotta alla droga del Ministero dell’Interno.

“Aspettiamo poi buone notizie, - spiega ancora Pupillo - ci auguriamo entro i primi mesi del prossimo anno, dal "Patto per l'attuazione della sicurezza urbana" sottoscritto con il Prefetto di Chieti per il finanziamento di 200mila euro da destinare al potenziamento e installazione di ulteriori sistemi di videosorveglianza nell'ambito del Decreto del Ministro dell'Interno 27 maggio 2020”.

"Questo nuovo sistema di videosorveglianza consentirà la lettura delle targhe dei veicoli in transito e potrà interfacciarmi con il SCNTT, sistema centralizzato nazionale per transiti e targhe, permettendo lo scambio in tempo reale dei dati, eventi e immagini tra i due sistemi. - dice Massimo Fucci - Il tutto è collegato ai database del Ministero dell'Interno, soprattutto per le targhe di particolare interesse investigativo, questo sistema sarà utilizzato dalle Forze dell'Ordine con la regia centrale installata nel Commissariato di Lanciano. Inoltre, la piattaforma è stata concepita per poter essere implementata ulteriormente con altri servizi in futuro, pensiamo ad esempio all'intelligenza artificiale all'interno delle soluzioni dell'Internet of Things, con un sistema quindi aperto alle nuove tecnologie al passo con i tempi”.

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi