No alla trasformazione delle ex cave dismesse in discariche - La soddisfazione di Progetto Lanciano per lo stop alla decisione in Regione

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


21 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Lanciano   Attualità 30/11/2020

No alla trasformazione delle ex cave dismesse in discariche

La soddisfazione di Progetto Lanciano per lo stop alla decisione in Regione

Bene lo stop in Regione alla trasformazione delle cave dismesse in discariche. Una linea che ci vede impegnati a Lanciano nella lotta a nuove discariche e nella bonifica del sito di Serre”. Esprime soddisfazione il movimento civico Progetto Lanciano, guidato dal coordinatore cittadino Daniele Pagano, per gli emendamenti, presentati in commissione ambiente dai consiglieri regionali del M5S e votati anche dal Pd, che hanno impedito alla Regione Abruzzo di trasformare le cave dismesse in discariche di rifiuti. La proposta, avanzata dalla giunta di centrodestra a guida Marsilio, era stata inserita all’interno di un testo di legge sull’economia circolare, evitando così la necessaria valutazione ambientale strategica a intero scapito dei territori abruzzesi dove sono presenti innumerevoli cave dismesse. 

Nella mozione contraria all’ampliamento della discarica di Cerratina, presentata dai gruppi consiliari di Progetto Lanciano e Lanciano a sinistra e approvata nel consiglio comunale del 12 giugno scorso, - ricordano i consiglieri di Pl Arturo Di Corinto, Gabriele Paolucci, Michele Ucci e Paola Zulli - avevamo ben evidenziato che l’area della ex cava Saraceni non doveva e non poteva essere trasformata in discarica, anche in seguito ad una sentenza del Consiglio di Stato, la numero 441/11, che affermava l’impossibilità di allontanare in maniera definitiva le acque sotterranee presenti nel sito con comuni opere di ingegneria. Quanto approvato in commissione ambiente rafforza la nostra mozione, - continuano gli esponenti di Progetto Lanciano - e conferma che i firmatari della stessa non erano in preda a visioni o allucinazioni, ma erano consapevoli che il cosiddetto progetto di ampliamento non era inserito in una logica di pianificazione a medio-lungo termine della problematica della gestione rifiuti di questo territorio, bensì la soluzione rappresentava unicamente una misura tampone che posticipava nel tempo la problematica stessa. Abbiamo sempre sostenuto che le cave, così come le discariche, una volta esaurito il loro ciclo vanno chiuse e bonificate”. 

A conferma che la tutela ambiente è una priorità per Progetto Lanciano, - rimarca il capogruppo Di Corinto - secondo le previsioni del settore Lavori pubblici guidato dall’assessore Giacinto Verna, nei primi mesi del 2021 partiranno i lavori del 1° lotto funzionale per la bonifica e la messa in sicurezza permanente dell’ex discarica Serre. Nel consiglio comunale di oggi, lunedì 30 novembre, saranno approvate importanti variazioni al Dup (Documento Unico di Programmazione) e al bilancio di previsione 2020-2022, contenenti il finanziamento del 1° lotto, per 699.723 euro. In questo modo gli uffici potranno espletare entro fine anno tutte le procedure per andare a gara. Le risorse già impegnate per il secondo lotto, 319.742 euro, verranno, nell’immediato, impiegate per altre importanti opere che la città attende, con la garanzia di essere rifinanziate nel prossimo bilancio di fine anno e arrivare alla fase esecutiva nel corso del 2021.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi