Zone di rispetto davanti le scuole: "Bene Principe di Piemonte, ma da estendere anche alle altre" - La proposta del Comitato Piedibus

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


20 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Lanciano   Attualità 26/11/2020

Zone di rispetto davanti le scuole: "Bene Principe di Piemonte, ma da estendere anche alle altre"

La proposta del Comitato Piedibus

“Salutiamo con soddisfazione i primi passi per le tanto sollecitate zone di rispetto davanti le scuole di Lanciano, con l’auspicio che Principe di Piemonte diventi un modello da esportare anche negli altri istituti”. Dopo che il “Comitato Piedibus” di Lanciano ne ha fatto una bandiera della propria attività sollecitando con forza questo tipo di intervento, esprime la propria soddisfazione per quello che definisce un piccolo passo verso una liberazione dalle auto di spazi che naturalmente dovrebbero essere dedicati ai cittadini, soprattutto i più piccoli.

“Sarà giunto veramente il momento per un cambio di paradigma anche a Lanciano? - dice la nota del Comitato Piedibus - Noi speriamo di sì e continueremo a batterci per questo obiettivo. Ovviamente non ci accontenteremo di questi primi passi, ma ben vengano i provvedimenti nei pressi della scuola Principe di Piemonte. La chiusura al transito delle macchine in via Fiume e via Monte Grappa dalle 7.40 alle 8.30 e dalle 12.40 alle 13.30 sono un passaggio importante per la sicurezza dei bambini”.

Per quella che definiscono essere “una soluzione ancora più efficace” avrebbero preferito un’interdizione alle auto anche per la metà di Piazza Unità d’Italia adiacente la scuola, non limitandosi al solo il divieto di sosta.

“È inoltre fondamentale che adesso ci sia un adeguato controllo da parte delle autorità preposte affinché queste norme siano rigorosamente applicate, segnalate e fatte rispettare, pena il mancato raggiungimento dell’obiettivo indicato. Noi del comitato Piedibus, - dice la nota - inoltre, auspichiamo che tali provvedimenti vengano estesi a tutte le scuole. Siamo consapevoli che i tempi possano non essere immediati, ma con la volontà e la cooperazione che da parte nostra non è mai mancata, riteniamo si possano istituire altre zone di rispetto entro i primi mesi del nuovo anno, in modo che tutti gli alunni delle scuole lancianesi si rechino a scuola in tutta sicurezza e senza dover respirare i gas di scarico delle nostre auto. Tutelare i più piccoli - conclude il Comitato Piedibus - è la strada giusta da seguire per rendere Lanciano un luogo sempre più vivibile, bello, sano e socializzante per tutti”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi