Trasferito in un centro di riabilitazione il giovane aggredito nell’ex stazione - Il 18enne ha lasciato l’ospedale di Pescara con una prognosi di 90 giorni
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


30 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Lanciano   Cronaca 18/11

Trasferito in un centro di riabilitazione il giovane aggredito nell’ex stazione

Il 18enne ha lasciato l’ospedale di Pescara con una prognosi di 90 giorni

È stato trasferito dal reparto di rianimazione dell'ospedale di Pescara ad una struttura riabilitativa di Porto Potenza Picena, Giuseppe D’Astolfo, il 18enne di Lanciano che nella notte tra il 17 e il 18 ottobre era stato vittima di una brutale aggressione, nell'area dell'ex stazione Sangritana, luogo di ritrovo di giovani e giovanissimi del capoluogo frentano. 

Dopo un colpo alla testa, il ragazzo era finito in condizioni gravissime all'ospedale di Pescara, dove è stato sottoposto ad intervento neurochirurgico. Nell'ultimo mese il 18enne è sempre stato ricoverato in Rianimazione.

Le sue condizioni si sono poi stabilizzate e stamattina, come riferisce l’Ansa, è stato eseguito il trasferimento. Il giovane ha lasciato l'ospedale di Pescara con una prognosi di 90 giorni. Per l'episodio sono indagate cinque persone, tre maggiorenni e due minorenni, accusate del reato di lesioni gravissime. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi