"Zona rossa? Per le scuole non si vada oltre quanto previsto dal DPCM in vigore" - La nota congiunta dei sindaci di Lanciano e Chieti

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Attualità 16/11

"Zona rossa? Per le scuole non si vada oltre quanto previsto dal DPCM in vigore"

La nota congiunta dei sindaci di Lanciano e Chieti

"Dall’incontro che stamane il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio ha tenuto con i sindaci, i presidenti delle Province e il presidente dell'Anci in videoconferenza purtroppo non sono emerse decisioni chiare e non ci è stato permesso di condividere il nostro parere con lui e gli altri presenti”.

A dirlo sono il presidente della Provincia di Chieti e sindaco di Lanciano, Mario Pupillo e il sindaco del Comune di Chieti, Diego Ferrara in una nota congiunta a margine dell’incontro.

“Qualora la Regione dovesse procedere con l’istituzione della zona rossa, come ci ha manifestato il presidente questa mattina e come abbiamo avuto modo di apprendere ieri sera su social e mezzi di informazione, sarebbe stato bene che il provvedimento non fosse anticipato a mezzo social la domenica sera, per evitare ulteriore caos e interpretazioni sui generis. Riteniamo - dicono Pupillo e Ferrara - poi per quanto riguarda la scuola che non si debba andare oltre ciò che stabilisce il DPCM attualmente in vigore, lasciando la frequenza in presenza per le scuole di primo grado così come previsto, anche per rispondere a esigenze organizzative concrete delle famiglie e delle scuole che non possono e non devono essere ignorate né costrette a subire decisioni improvvisate”.

E parlano anche della portata economica che avrebbe l’annunciata ordinanza sull’assetto della regione. “Se lo stop deve tutelare il Natale delle famiglie e del comparto commerciale e produttivo, - affermano - come ha esordito Marsilio illustrandolo ai sindaci, ai settori che si fermeranno dovrà essere assicurato ogni tipo di ristoro per la mancata attività, per evitare che si acuisca la già grave crisi economica che riguarda le nostre comunità e il Paese intero”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi