Drive in a Lancianofiera, la Asl non si presenta all’incontro - Sale a 180 il numero dei positivi a Lanciano

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Attualità 11/11

Drive in a Lancianofiera, la Asl non si presenta all’incontro

Sale a 180 il numero dei positivi a Lanciano

“Devo constatare e comunicarvi che la Asl Lanciano Vasto Chieti non si è presentata alla riunione convocata per questa mattina alle ore 11 in Comune per affrontare e definire le questioni tecniche relative all'installazione della postazione drive in per i tamponi a Lancianofiera”. A comunicarlo è stato il sindaco Mario Pupillo, nel suo consueto aggiornamento sui dati Covid.

Abbiamo atteso quasi un'ora e abbiamo chiesto spiegazioni telefonicamente per stigmatizzare questo comportamento; - dice Pupillo - allo stesso tempo abbiamo ribadito la completa disposizione del Comune di Lanciano e di Lancianofiera tramite i presenti all’incontro, il vicesindaco Giacinto Verna, la segretaria generale, la dirigente dei Lavori Pubblici e il presidente di Lancianofiera a concretizzare l'obiettivo di dare a un intero comprensorio un servizio importante per il tracciamento del contagio come quello del drive in. Attendiamo una riconvocazione a stretto giro, l'urgenza è evidente a tutti e noi siamo pronti a fare la nostra parte, come già ampiamente annunciato”.

Intanto sale a 180 il numero dei positivi a Lanciano, compresi i contagi già conteggiati nei giorni scorsi del focolaio della residenza per anziani Antoniano. Il dottor Tascione mi aggiorna costantemente, - comunica il sindaco - le condizioni degli ospiti positivi che sono assistiti in struttura non sono in peggioramento e questa è una buona notizia, c'è cauto ottimismo e la speranza di farcela grazie alla collaborazione di Francesco Ricci, infettivologo di Chieti e di Francesco Cipollone della Clinica Medica di Chieti. Ce la mettiamo tutta, lo dobbiamo ai nonni e alle nonne di Lanciano che stanno affrontando questa sfida difficile nell'Antoniano. Consideriamoli nostri nonni, - conclude Pupillo - comprenderemo quanto è difficile per i familiari non poterli vedere, comprenderemo quanto è importante in questa fase non assumere comportamenti che mettano a rischio loro e i nostri cari”. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi