Negativi i tamponi sul personale del centro medico "Madonna del Ponte" - Nella struttura di Lanciano c’erano stati 4 positivi
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


26 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Lanciano   Attualità 07/11

Negativi i tamponi sul personale del centro medico "Madonna del Ponte"

Nella struttura di Lanciano c’erano stati 4 positivi

Si stabilizza la situazione del Centro Medico "Madonna del Ponte" di Lanciano, struttura sanitaria nella quale nei giorni scorsi si sono registrati quattro lavoratori positivi al Covid-19 [LEGGI]. I tamponi eseguiti nuovamente su tutti i dipendenti hanno dato esito negativo.

"Ribadire la sicurezza dell'attività – dice il dottor Moreno Camponetti, amministratore unico del centro – lo ritengo non solo importante ma doveroso. Siamo in prima linea dal marzo scorso, dall'inizio dell'emergenza Covid, abbiamo cercato di non trascurare i pazienti affetti da altre patologie e che al problema della loro malattia aggiungevano, e tuttora aggiungono, la paura di infettarsi e aggravare la propria condizione. Purtroppo non c'è solo la pandemia perciò abbiamo aumentato le sedute degli esami anche quelli con mezzo di contrasto e le visite specialistiche. I malati oncologici, quelli affetti da problemi cardiovascolari o da altro in questi mesi si sono sentiti quasi trascurati, con visite rinviate ed esami rimandati. Una situazione di evidente difficoltà, ma il diritto alla salute e alla cura è un diritto di tutti anche se questa emergenza crea inevitabilmente ripercussioni e rischia di complicare ulteriormente la vita di chi già combatte battaglie difficili".

Il Centro Madonna del Ponte è considerato a rischio basso nella stratificazione delle classi di rischio effettuato dalla Regione – continua Camponetti – abbiamo sempre dato grande importanza alla prevenzione e all'informazione. Tengo a precisare che la sicurezza non è garantita solo dalle sanificazioni che svolgiamo secondo le prescrizioni di legge, la nostra è una struttura di 3.500 mq, il distanziamento è assicurato e gli ingressi e le uscite sono diversificate. Effettuiamo anche la consegna dei referti via email grazie al nostro sistema informatico, così da alleggerire il numero delle presenze, ci sono radiologi che eseguono i referti a distanza, abbiamo inoltre attuato lo smart working, riducendo il numero di dipendenti in presenza, tutto per assicurare un clima di tranquillità. Siamo anche in condizioni di fornire una password al paziente che quindi può utilizzarla per avere tutte le informazioni relative alla propria cartella clinica. Cerchiamo di agevolare e favorire il percorso di cura di ogni paziente da sempre e in questa emergenza il nostro impegno è ancora maggiore".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi