Sfregiato il monumento al Samudaripen - Gli operai del Comune hanno prontamente ripulito la struttura
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


30 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Lanciano   Cronaca 21/10

Sfregiato il monumento al Samudaripen

Gli operai del Comune hanno prontamente ripulito la struttura

Sfregiato nei giorni scorsi il monumento al Samudaripen, nel parco delle Memorie di via Belvedere a Lanciano. Simboli fallici e scritte ingiuriose sono comparse sul monumento, il primo in Italia, che ricorda l’olocausto di Rom e Siiti durante la seconda guerra mondiale, tanto voluto dal prof. Santino Spinelli e dall’amministrazione Pupillo.

Due anni fa, durante l’inaugurazione, si parlò di integrazione, fratellanza ed Europa come luogo in cui si incontrano i popoli, da contrapporre “ai venti di destra” citati da Pupillo anche nelle commemorazioni dello scorso 5 ottobre [LEGGI QUI]. Una donna che fugge, con un bambino in braccio, la cui gonna resta impigliata nel filo spinato è il monumento realizzato da Tonino Santeusanio dedicato al Samudaripen, sfregiato da ignoti, già fatto ripulire dagli operai del Comune di Lanciano.

Ed ora, all’indomani del pestaggio ai danni di Giuseppe, il 18enne in coma all’ospedale di Pescara, da parte di una baby gang di rom, il timore che due avvenimenti possano essere correlati c’è.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi