Pestaggio, Pupillo: "La città è sgomenta. Valutiamo la costituzione di parte civile" - Il sindaco: "Forze dell’ordine sono al lavoro per risalire presto ai responsabili"
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


24 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Lanciano   Cronaca 18/10

Pestaggio, Pupillo: "La città è sgomenta. Valutiamo la costituzione di parte civile"

Il sindaco: "Forze dell’ordine sono al lavoro per risalire presto ai responsabili"

Mario PupilloIl Comune di Lanciano vuole costituirsi parte civile nel futuro processo ai responsabili del pestaggio ai danni del 18enne finito in Rianimazione la notte scorsa. Stanno valutando questa iniziativa legale gli avvocati del municipio, perché "siamo colpiti anche noi come comunità", sottolinea il sindaco, Mario Pupillo

Nei pressi dell'ex stazione della Sangritana una banda di cinque giovani ha aggredito tre ragazzi. Ad avere la peggio è stato il 18enne, colpito alla tempia. I suoi amici sono prima riusciti a mettersi in salvo, poi lo hanno soccorso portandolo a casa. Ma il giovane stava male, quindi è scattato l'allarme. Il 118 ha trasportato il paziente all'ospedale Renzetti. Qui i medici, visto l'ematoma alla testa, hanno disposto il trasferimento all'ospedale di Pescara, dove il ragazzo è ora ricoverato in Rianimazione. 

Un episodio che "ci lascia sgomenti e senza parole", dice Pupillo che parla di "aggressione vile e incredibilmente violenta su cui le forze dell'ordine stanno indagando giò da ieri notte per assicurare i responsabili alla giustizia in tempi rapidissimi.

Siamo ovviamente vicini al nostro giovane concittadino vigliaccamente aggredito, alla sua famiglia, ai suoi amici e alla stragrande maggioranza dei giovani che ripudiano la violenza in ogni sua forma: ho dato mandato ai nostri legali di valutare la possibilità di costituire come parte civile il Comune di Lanciano, siamo colpiti anche noi come comunità e come città. La nostra comunità è sconvolta, sia per e modalità dell'aggressione che per le conseguenze gravissime subite dal giovane". L'invito del primo cittadino è a riflettere "sulle ragioni per cui la violenza sembra farsi largo tra i nostri giovani, mettendo in pericolo la vita e la crescita dei nostri ragazzi". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi