"Oltre la memoria", il docufilm sul 6 ottobre che sovrappone la Lanciano di ieri a quella di oggi - Proiezioni in occasione della 77esima rivolta dei martiri lancianesi
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


24 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Lanciano   Attualità 05/10

"Oltre la memoria", il docufilm sul 6 ottobre che sovrappone la Lanciano di ieri a quella di oggi

Proiezioni in occasione della 77esima rivolta dei martiri lancianesi

In occasione della commemorazione per il 77° anniversario della Rivolta Lancianese del 1943, che valse alla città la Medaglia d'oro al valor militare per la Resistenza, sarà proiettato a Lanciano il 6 e 7 ottobre, il film-documentario “Oltre la memoria" co-prodotto dall'associazione culturale L'Altritalia e Enzo Francesco Testa con il supporto del Comune di Lanciano e la sezione ANPI di Lanciano "Trentino La Barba”.

È una storia di coraggio, sacrificio, di lotta e amore per la libertà raccontata in tutta la sua forza e bellezza. Non si tratta di una semplice ricostruzione storica di quanto accaduto nei giorni dell'insurrezione, ma è soprattutto un lavoro di salvaguardia di una memoria condivisa, pensato per i giovani e le future generazioni che restituisce a tutti il valore di una storia locale, per farla diventare universale e senza tempo.

Ed è proprio a tale scopo che la regia di Enzo Testa e la sceneggiatura di Davide Torriero Pompa scelgono di contestualizzare visivamente i luoghi degli eventi con i disegni animati di Daniele De Luca, sovrapponendo la realtà di oggi con la realtà della memoria. Così che di colpo, i luoghi di vita quotidiana della Lanciano dei nostri giorni, come la piazza dove ci si ritrova per l'aperitivo o il viale dove si va a passeggiare, si trasformano negli scenari tragici di una rivolta contro ogni forma di sopraffazione, sottolineando ancora di più il legame tra il passato e il presente, tra il sacrificio dei giovani del '43 e la vita dei giovani del 2000. Marcello Sacerdote, unico attore in scena, veste i panni di uno dei protagonisti e ricorda in prima persona la storia in un italiano/dialetto abruzzese che vuole rendere più autentico il racconto. Ad armonizzare tra loro i vari linguaggi visivi, la colonna sonora originale composta da Stefano Barone e montata da Angelo Scogno per concludere con un intervento di musica tradizionale interpretato da Paola Ceroli e Stefano Di Matteo.

Sarà possibile vedere il film documentario domani, 6 ottobre, alle 17.30, 18.30 e 19.30 alla Casa di Conversazione e mercoledì 7 ottobre, alle 18.30 e alle 20, al CiakCity.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi