Maltrattamenti in famiglia, arrestato giovane marocchino a Castel Frentano - Minacce e violenze nei confronti di moglie e figlio
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


24 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Maltrattamenti in famiglia, arrestato giovane marocchino a Castel Frentano

Minacce e violenze nei confronti di moglie e figlio

Una giovane donna di origini marocchine ed i suoi tre figli minori, di quali l’ultimo di soli due anni, si sono presentati al cancello della locale Stazione Carabinieri chiedendo ai militari di intervenire nei confronti di lei marito, anch’egli marocchino, asserendo di essere da diversi anni vittima di violenze e minacce. La violenta vicenda è accaduta qualche giorno fa a Castel Frentano. 

La donna ed i suoi figli, molto spaventati e provati, sono stati quindi accolti in caserma, dove hanno ricevuto le prime assistenze dagli stessi militari dell’Arma e dove la donna ha poi potuto raccontare con maggiore tranquillità tutta la vicenda che la vedeva coinvolta in questa storia di violenze. In particolare, la vittima ha raccontato di continui episodi di minacce che era costretta a subire dal marito che, inoltre, la costringeva anche a non uscire di casa, minacciandola continuamente di morte.

Nel racconto la donna ha anche puntualizzato diversi episodi di violenza fisica con spintoni e percosse al volto ed alla testa, seppur mai refertate per l’impossibilità di poter raggiungere autonomamente l’ospedale. Di qualche giorno fa l’ultimo episodio di violenza, che ha convinto la donna a chiamare i Carabinieri i quali hanno raccolto una dettagliata denuncia ed hanno trasmesso un corposo rapporto alla Procura della Repubblica di Lanciano.

La donna, nel frattempo, è stata affidata ai Servizi Sociali del Comune di Castel Frentano e collocata in una struttura protetta come previsto dalla vigente normativa in materia di “Codice Rosso”. Ieri pomeriggio, i Carabinieri della Stazione di Castel Frentano, in collaborazione con i colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno dato esecuzione ad un provvedimento di custodia cautelare, emesso dal GIP del tribunale di Lanciano che, recependo integralmente l’attività investigativa condotta dai Carabinieri e proposta dal pm Serena Rossi, ha disposto la custodia cautelare in carcere per Ayad Abdelaali, 34enne, quindi tradotto nella casa circondariale di Vasto e dovrà ora rispondere del reato di maltrattamenti in famiglia rischiando una condanna ad una pena che va dai 4 ai 9 anni di reclusione. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi