Vicenda Negri Sud, Gabriele Di Bucchianico chiede le dimissioni del presidente Pupillo - "Superficialità e leggerezza da parte del presidente Pupillo"

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


29 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Lanciano   Attualità 08/09

Vicenda Negri Sud, Gabriele Di Bucchianico chiede le dimissioni del presidente Pupillo

"Superficialità e leggerezza da parte del presidente Pupillo"

“Un’altra pagina da dimenticare quella scritta in questi giorni per il complesso immobiliare Mario Negri Sud di Santa Maria Imbaro, fermo da anni e quando la soluzione sembrava ormai ad un passo, tutto si rimette in discussione”. A dirlo è il consigliere provinciale di Fratelli d’Italia, capogruppo di minoranza, Gabriele Di Bucchianico, a seguito della notizia del nulla di fatto per la vendita del Mario Negri Sud [LEGGI QUI].

“Gli avvenimenti, però, non possono stupirmi più di tanto. - dice Di Bucchianico - Il 20 giugno scorso feci una Pec alla Provincia e al presidente Mario Pupillo nella quale chiedevo di poter accedere a tutti i documenti riguardanti la vicenda del Mario Negri Sud perché ritenevo ci fosse qualcosa di poco chiaro. I miei dubbi, più che fondati alla luce di ciò che è accaduto, erano in merito all’aggiudicazione dell’appalto ad una Onlus che vive di offerte e si occupa di invalidi e mutilati del lavoro. Mi sono subito chiesto - spiega il consigliere FdI - come una Onlus avesse potuto avere una capacità finanziaria così importante, pari ad oltre 10 milioni di euro, e come avesse potuto poi garantire una attività di ricerca nel campo biomedico e farmacologico come richiesto dal bando stesso. Ma, al di là di queste mie considerazioni, la cosa che più mi stupisce è come sia stato possibile accettare un assegno bancario e non circolare in una così delicata ed importante trattativa. Oggi più che mai siamo consapevoli dell’importanza della ricerca in campo biomedico e dell’importanza di avere nel nostro territorio una struttura del genere e non possiamo permetterci ritardi e leggerezze”.

“Il presidente Pupillo, che oggi si dichiara amareggiato, avrebbe fatto bene a non essere così superficiale ed a manifestare la sua soddisfazione parlando di boccata di ossigeno per la Provincia di Chieti. Nessuna boccata di ossigeno, anzi, - conclude la nota Di Bucchianico - si rischia di svendere un rilevante patrimonio pubblico. Ora si ricomincia, ed il tempo passa, e la struttura continua a degradarsi. Il presidente farebbe bene a far gestire la questione ad un commissario straordinario ed a rassegnare le dimissioni”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi