Tac a Lanciano, Pupillo replica a Schael: "Il Renzetti non si tocca. Siamo pronti alle barricate" - Il sindaco di Lanciano all’attacco del direttore generale della Asl

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


30 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Lanciano   Attualità 06/08

Tac a Lanciano, Pupillo replica a Schael: "Il Renzetti non si tocca. Siamo pronti alle barricate"

Il sindaco di Lanciano all’attacco del direttore generale della Asl

"È inconcepibile e sconcertante l'atteggiamento infantile con cui il direttore generale della Asl2 Thomas Schael si rivolge a una città intera e ai suoi cittadini, che dovrebbe rispettare almeno per il lauto stipendio che riceve grazie alle nostre tasse. Il dg Schael ha perso la lucidità, si smentisce a distanza di pochi giorni e come un bambino offeso pensa di fare marameo a 150.000 cittadini abruzzesi, incurante delle conseguenze di tale infantili comportamenti". Il sindaco di Lanciano Mario Pupillo è infuriato dopo che il dg Schael ha annunciato di dirottare a Vasto la tac destinata a Lanciano su cui nei giorni scorsi c'era stato un acceso dibattito [LEGGI].

"Smascherato sulla bugia della Tac usata, come dichiara la stessa Canon nei documenti, dopo la solita conferenza stampa piena di annunci e povera di fatti oggi addirittura decide in solitaria di revocare la destinazione dell'apparecchiatura di Lanciano per mandarla a Vasto con un atto unilaterale, istintivo, sconsiderato e infantile, comunicato a mezzo stampa

"La Giunta regionale deve fermare Schael, mandarlo in ferie per consentirgli di ritrovare serenità: in una regione normale Schael sarebbe rimosso seduta stante da un incarico che non è in grado di svolgere come ampiamente dimostrato dalla sua gestione autoreferenziale, chiusa al confronto con il personale sanitario e gli amministratori dei territori, assolutamente non in grado di sopportare pressioni legate al ruolo che riveste - afferma Pupillo - . Se la Giunta regionale non interverrà i cittadini sapranno che il disegno su Lanciano sarà svelato: Schael sta eseguendo il mandato della Regione Abruzzo per depotenziare Lanciano e un ospedale di primo livello a servizio di 150.000 abruzzesi, privandolo di servizi, strumenti e personale. Perché? Chiedo da settimane spiegazioni, sperando di essere smentito dati e carte alla mano, ma anche l'Assessora Veri sfugge al confronto. Il Renzetti non si tocca, si sappia che a Lanciano siamo pronti alle barricate: la Asl faccia il proprio dovere e provveda a garantire il diritto alla salute per i 150.000 cittadini del comprensorio frentano serviti dal Renzetti. La Regione Abruzzo intervenga subito e fermi Schael prima che queste iniziative infantili producano disservizi e problemi ai sanitari e ai cittadini".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi