Piante di marijuana "troppo alte" scoperte dai carabinieri, denunciato 26enne - In azione i militari della compagnia di Lanciano
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


15 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Lanciano   Cronaca 02/07

Piante di marijuana "troppo alte" scoperte dai carabinieri, denunciato 26enne

In azione i militari della compagnia di Lanciano

Piante "troppo alte" che spuntano dal balcone, così i carabinieri hanno scoperto una coltivazione di marijuana. È successo a Lanciano dove un 26enne del posto è stato denunciato e dovrà rispondere di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. 

Le piante, come spiegato dai carabinieri coordinati dal capitano Vincenzo Orlando, superavano il metro di altezza superando il muretto del balcone. Sfortunatamente per il giovane in quella zona periferica della città ieri, erano presenti i militari del nucleo operativo e radiomobile, diretti dal tenente Giuseppe Nestola, che hanno notato le rigogliose piante facendo scattare l'immediata perquisizione dell'abitazione.

Cinque i vasi in plastica presenti contenenti marijuana, quest'ultima è stata espiantata e sequestrata. "Se le piante avessero raggiunto la  massima maturazione – dicono i militari – avrebbe fruttato almeno un chilo di prodotto essiccato pronto al consumo per un valore commerciale di circa 20mila euro. L’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti continua a produrre risultati dopo le due operazioni, concluse a giugno, che hanno portato al rinvenimento di circa 1,5 kg di droghe".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi