Condutture colabrodo, la Sasi "promette" l’inizio dei lavori lunedì prossimo - Incontro on line tra cda e sindaci
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Lanciano   Attualità 13/05

Condutture colabrodo, la Sasi "promette" l’inizio dei lavori lunedì prossimo

Incontro on line tra cda e sindaci

Basterebbe durante l'incontro con i sindaciI lavori per la sostituzione delle tubature colabrodo partiranno la settimana prossima per concludersi alla fine di luglio. La Sasi aveva anticipato la tempistica già qualche settimana fa [LEGGI], il presidente Gianfranco Basterebbe l'ha confermata lunedì scorso incontrando virtualmente i sindaci insieme agli altri due componenti del cda, Maira Roberti e Corrado Varrati.

Al'appuntamento tenutosi su una piattaforma virtuale, per garantire il rispetto delle distanze, hanno partecipato i rappresentanti di 50 Comuni. Il 7 maggio, la Sasi ha incontrato la Regione e l'Ersi ottenendo la rimodulazione di un finanziamento da 6.900.000 euro. "La settimana prossima – assicura il presidente dell'ente che gestisce il servizio idrico integrato – inizieranno i lavori per rendere più efficienti le reti in base alle indicazioni di questa prima fase di analisi, in cui si sta effettuando la ricerca delle perdite e il monitoraggio delle reti. a partire dal prossimo lunedì (18 maggio) le 6 ditte selezionate con gara inizieranno i lavori di sostituzione dei tubi fatiscenti. I lavori termineranno il prossimo 30 luglio. Tutti i Comuni serviti dall'Adduttrice est avranno beneficio indiretto da questi interventi e da quelli sul Surienze, e potranno godere di ulteriori benefici dal progetto dei rilanci per cui stiamo avviando le procedure di gara. Una buona notizia per quei sindaci che hanno sottolineato i problemi legati all'assenza dell'acqua accusati soprattutto da quei lavoratori che tornano a casa dopo le 22. La risposta non sarà risolutiva, ma ridurrà in maniera notevole le difficoltà". 

Altro tema caldo è stato quello del licenziamento del direttore generale Marone, "Fa più notizia l'intrigo che un silenzioso e duro lavoro. Io e il Cda che presiedo, vista la delicatezza della questione, abbiamo cercato di mantenere riserbo e la necessaria compostezza tenendo in considerazione solo l'equilibrio e la continuità dell'azienda e non vogliamo fare in pubblica piazza l'elenco dei perché e delle responsabilità. La decisione presa è frutto di una attenta e sofferta riflessione, di una analisi approfondita fatta in seno al consiglio, sempre in modo unanime e coeso". 

Infine, il bilancio: "Siamo in dirittura di arrivo, entro il 29 maggio terremo il Cda per la delibera di approvazione e per la fine di giugno ci sarà la convocazione dell'assemblea. Siamo positivi anche sotto questo profilo, l'azienda è solida e le prime proiezioni ci inducono a essere tranquilli e a lavorare con fiducia e ottimismo".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi