"Bella Ciao": dai luoghi in cui è nata la Brigata Maiella il video collettivo per il 25 Aprile - L’iniziativa dell’associazione Transumanza Artistica
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Lanciano   Eventi 25/04

"Bella Ciao": dai luoghi in cui è nata la Brigata Maiella il video collettivo per il 25 Aprile

L’iniziativa dell’associazione Transumanza Artistica

"Bella ciao": dalle zone che hanno visto nascere la gloriosa Brigata Maiella, un video collettivo per i festeggiamenti del 25 Aprile.

"In occasione del 25 aprile 2020, aderendo all'invito dell'Anpi di cantare (da casa) la canzone popolare Bella Ciao, l'associazione culturale no profit Transumanza Artistica (di Pennadomo) con l'aiuto della Pro Loco di Torricella Peligna, ha realizzato un video collage a cui hanno partecipato 50 abruzzesi provenienti da tutto il mondo. Si è deciso di festeggiare l'anniversario della Liberazione dal Nazifascismo con gente spesso discendente dai partigiani della gloriosa Brigata Maiella", spiega Ugo Trevale di Transumanza Artistica.

"I video sono giunti da Casoli, Torricella Peligna, Pennadomo, Bomba, Lanciano, Bergamo, Napoli, Roma, Venezuela, Francia e Spagna. Hanno dato adesione il sindaco di Casoli, lo storico Lorentini, amministratori comunali di Pennadomo e Bomba, vari musicisti e alcuni bimbi che rappresentano la nostra speranza.

Il nuovo invasore è un virus, in Abruzzo ne usciremo più forti di prima. Degli abruzzesi si dice: forti e gemtili, ma mai con la memoria corta".

Il video è visibile su youtube e su Facebook con il titolo: BELLA CIAO "75 anni dell'Anniversario della Liberazione, 25 aprile 2020, in provincia di Chieti".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi