Rossella: "Bisogna avere coraggio ed essere artefici del cambiamento" - Mamma, affermata donna in carriera e prossimo governatore Rotary

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


3 aprile 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

bar_chartInfografiche Covid Abruzzo keyboard_arrow_up keyboard_arrow_down

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Lanciano   Personaggi 08/03

Rossella: "Bisogna avere coraggio ed essere artefici del cambiamento"

Mamma, affermata donna in carriera e prossimo governatore Rotary

“Nella mia agenda ci sono tre colonne in ordine di importanza: la famiglia, il lavoro e il Rotary; e la mia sfida, da sempre, è riuscire a mantenerle in equilibrio”. Rossella Piccirilli, ha le idee chiare ed è stato proprio questo essere così centrata ad averle permesso di diventare ciò che è oggi: mamma di Giulia e Filippo, affermata professionista lancianese, prossimo governatore del distretto Rotary 2090.

Essere donna per me è un’opportunità e non uno svantaggio. - dice Rossella a Zonalocale - È mettere in pratica tutte le qualità che hanno le donne ed utilizzarle in tutti i campi della vita: famiglia, lavoro e passioni”. E la vera passione di Rossella non sono aperitivi o palestra dopo il lavoro, ma il Rotary, un amore iniziato 15 anni fa che, grazie alla sua dedizione, disponibilità e lungimiranza, dal prossimo 1° luglio, la porterà ad essere una delle tre donne governatrici in tutta Italia, nell’anno 2020.

“Nel Rotary le donne sono state ammesse solo nel 1989, appena trent’anni fa, dopo un decennio di dure lotte. - ci racconta - Ed essere oggi un governatore è per me motivo di grande orgoglio ma anche di enorme responsabilità”. Rossella si troverà, infatti, a dover gestire i 69 club del suo distretto che comprendono le regioni di Abruzzo, Molise, Marche e Umbria. Un lavoro fatto di sacrifici, progetti, incontri, viaggi, un infinito tetris tra lavoro e famiglia ma ampiamente ripagato dalla soddisfazione di fare ciò che le piace e che più la caratterizza.

Il mio lavoro mi piace tantissimo e continuo a farlo con enorme passione - dice ancora - e aver dovuto rinunciare, con grande dolore, ad alcuni progetti per dedicarmi anima e corpo al Rotary è stato un sacrificio ma che, in fin dei conti, ho fatto con piacere perché essere governatore è una bellissima sfida”. Rossella dovrà fare da collante tra il Rotary International ed i club del suo distretto dando loro i mezzi per poter lavorare al meglio, con una progettualità costruttiva che rispecchi e porti avanti i valori Rotary. Un modo per mettere ancora una volta in campo la sua professionalità come organizzatrice di eventi a 360 gradi ed una nuova stimolante esperienza che la porti a crescere ed a misurarsi con nuove realtà e punti di vista. Nel suo anno Rotary ci si concentrerà molto sull’ambiente, sui giovani e sul loro coinvolgimento e sulle opportunità che il Rotary può creare per gli altri e per gli stessi soci.

“Oggi più che mai c’è bisogno di donne coraggiose, che sappiano cogliere i cambiamenti in atto e diventarne i veri artefici. - afferma - È proprio nei momenti di crisi che vengono fuori le migliori idee. Ma senza coraggio, determinazione e spirito di sacrificio non si va da nessuna parte. Né in famiglia, né nel lavoro, né nelle passioni. È necessario mantenere una visione giusta senza mai accontentarsi. - conclude - solo così si può essere mamme, lavoratrici appassionate e donne con la voglia di autoaffermare se stesse”.

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi