Colamartino: "Non abbiate paura di donare sangue. I nostri centri sono in sicurezza" - L’invito del direttore del Centro regionale sangue
Visita il sito CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


2 aprile 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

bar_chartInfografiche Covid Abruzzo keyboard_arrow_up keyboard_arrow_down

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Lanciano   Attualità 06/03

Colamartino: "Non abbiate paura di donare sangue. I nostri centri sono in sicurezza"

L’invito del direttore del Centro regionale sangue

"Non abbiate paura di venire a donare sangue. I nostri centri di raccolta sono in piena sicurezza". È questo l'invito del dottor Pasquale Colamartino, direttore del Centro regionale sangue, che questa mattina ha visitato insieme al direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti il centro di raccolta sangue di Lanciano. "La donazione di sangue ai tempi del Coronavirus non conosce crisi, per fortuna, in provincia di Chieti, grazie a un sistema di raccolta programmato, organizzato e sicuro", spiega una nota della Asl. Il direttore generale, nel corso della visita a Lanciano, per verificare con gli operatori l'andamento delle donazioni, ha colto l'occasione per donare a sua volta.

"I volontari - spiega l'azienda sanitaria - vengono selezionati e sottoposti a triage in distinti momenti, così che al centro di raccolta vengono ammessi solo quanti sono in perfette condizioni di salute. Una procedura che offre massima garanzia di sicurezza a tutti i soggetti coinvolti, dal donatore, al personale addetto, al paziente che riceve la sacca ematica. Il triage è effettuato sia per telefono, al momento della prenotazione, sia in fase di accoglienza, attraverso la rilevazione di parametri vitali".

Nei giorni scorsi anche le sezioni locali dell'Avis avevano invitato i donatori a non farsi spaventare e continuare ad impegnarsi nella loro azione solidale. "Abbiamo definito un protocollo che mette tranquilli i nostri donatori - sottolinea Pasquale Colamartino - e finora in provincia di Chieti non registriamo flessioni, proprio perché la donazione non comporta alcun rischio per come è stata organizzata. E' importante mantenere inalterate le nostre scorte, perché un'eventuale riduzione può mandare in crisi l'intero sistema sanitario, che in un momento delicato come questo ha bisogno di esprimere la sua massima efficienza".

Guarda il video Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi