Detenuti si ribellano, momenti di tensione nel carcere di Lanciano - Armati di oggetti rotti o danneggiati, hanno minacciato il personale di polizia
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


6 aprile 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

bar_chartInfografiche Covid Abruzzo keyboard_arrow_up keyboard_arrow_down

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Lanciano   Cronaca 27/02

Detenuti si ribellano, momenti di tensione nel carcere di Lanciano

Armati di oggetti rotti o danneggiati, hanno minacciato il personale di polizia

Si sono armati di oggetti rotti o danneggiati e hanno minacciato di far del male a chiunque si fosse avvicinato. Sono quattro detenuti extracomunitari i protagonisti dell’increscioso episodio che si è verificato due giorni fa nel carcere di Lanciano, in una sezione di media sicurezza, in orario in cui si svolgevano le quotidiane attività della struttura.

Grazie all’intervento del personale di polizia penitenziaria, del provveditore regionale di Roma in stretta sinergia con l’Amministrazione locale, serata è stato possibile riportare la situazione alla normalità e contenere i detenuti più violenti. In tempi record gli agenti hanno proceduto allo sfollamento dell’intero reparto, alla definizione delle procedure previste dalle normative vigenti e si è avviata la procedura di recupero del reparto e degli impianti.

“Un particolare riconoscimento va a tutto il personale del Reparto di Polizia Penitenziaria di Lanciano per la competenza e solerzia d’intervento. - si legge in una nota del comandante di reparto, Gino Di Nella - Un particolare apprezzamento all’Amministrazione centrale che nei fatti ha dimostrato fattiva presenza ed eccellente cooperazione a sostegno del personale e dell’istituzione locale”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi