Lanciano e dintorni, un anno di notizie: i fatti e i protagonisti del 2019 - I protagonisti e i principali avvenimenti dell’anno passato nella zona frentana

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Attualità 31/12/2019

Lanciano e dintorni, un anno di notizie: i fatti e i protagonisti del 2019

I protagonisti e i principali avvenimenti dell’anno passato nella zona frentana

Non è semplice riassumere un anno di notizie, ma ci abbiamo provato selezionando quelli che per noi sono stati i fatti, avvenimenti ed eventi più importanti del 2019.

 

GENNAIO - Il 2019 si è aperto in piena campagna elettorale per le Regionali di febbraio 2019 e con i tanti appuntamenti dei candidati del territorio, ma soprattutto con la visita dell’allora Ministro dell’Interno Matteo Salvini a Lanciano in un gremito cinema Maestoso in via Bellisario, dopo le polemiche per l’occupazione negata di piazza Plebiscito.
Tregua dalla neve quest’anno che ha solo imbiancato i tetti senza causare particolari disagi come quella dell’anno precedente. A gennaio, a Lanciano, nasce anche il servizio Piedibus che oggi accompagna a piedi, e in sicurezza, centinaia di bambini delle scuole della città nell’ottica di una mobilità più sostenibile.

FEBBRAIO - Il 10 febbraio è il giorno delle Elezioni Regionali in Abruzzo che hanno visto trionfare il centrodestra trainato dalla Lega con la vittoria del presidente Marco Marsilio. Non eletti i tre assessori frentani (Bendotti, Caporale, Verna) e pioggia di voti per l’esponente del Carroccio, Nicola Campitelli che, con i suoi oltre 8mila voti, si è guadagnato un posto nella Giuna regionale.

MARZO - A primavera inizia la querelle che ha portato alla chiusura delle piscine Le Gemelle sotto la gestione Serraiocco dopo un estenuante tira e molla con dipendenti ed amministrazione comunale, fino alla nuova gestione ed alla nuova apertura, lo scorso settembre.
Il 20 marzo, muore a Roma l’artista di Paglieta, Umberto Ranieri, aggredito in un parco pubblico per futili motivi.

APRILE - Il 20 aprile, in occasione del Venerdì Santo, dopo quasi cento anni, torna a Lanciano la Posata. Momento di musica, fede e pietà popolare all’interno della Solenne Processione del Cristo Morto organizzata dall’Arciconfraternita Morte e Orazione.
Ma aprile è anche tempo di elezioni comunali che vedono coinvolti diversi paesi della zona frentana tra cui Fossacesia, Treglio e Castel Frentano. Tutti e tre i comuni hanno rieletto i sindaci uscenti; rispettivamente Enrico Di Giuseppantonio, Massimiliano Berghella e Gabriele D’Angelo.

MAGGIO - Sono finalmente ultimati i lavori in via del Mare, ma contestualmente, non si fermano le polemiche sulla bontà della pista ciclabile ma l’amministrazione prosegue convinta per la sua strada verso quella che definisce una nuova forma di mobilità.
A maggio esce anche quello che poi sarà l’ultimo video dei The Giornalisti prima dello scioglimento, Maradona y Pelè, girato interamente sulla Costa dei Trabocchi.

GIUGNO - Alle porte dell’estate scoppiano due polemiche che, a tutt’oggi non ancora si placano. Il no della sovrintendenza a dehors e tavolini, soprattutto in piazza Plebiscito e lo smantellamento del campo da calcio “Esposito” all’interno di Villa delle Rose, per far posto al nuovo Central Park.

LUGLIO - Una forte grandinata colpisce la costa dei Trabocchi causando numerosi danni ad abitazioni e vetture colpite da chicchi di ghiaccio grandi come mele. Scatta la richiesta di stato di calamità naturale e richiesta di risarcimento, ma al momento è ancora tutto fermo.
Il 31, incidente in via Dalmazia in cui viene investita una suora. Alla guida dell’auto che l’ha travolta un suv. La donna è morta in ospedale pochi mesi dopo.

AGOSTO - Il 9 agosto apre finalmente via Bergamo, bretella di collegamento tra Lanciano e l’area artigianale di Treglio. Viene inoltre trovato un accordo per i dehors con la sovrintendenza ma non per piazza Plebiscito dove permane il vincolo paesaggistico. 
Il 22 agosto, a San Vito Chietino, giù per un dirupo, viene rinvenuto il corpo senza vita di un uomo. È Riccardo Iannucci, insegnante 45enne. Sarà poi l’autopsia a sancire la causa della morte: un malore improvviso del giovane.

SETTEMBRE - Con Francesco Baccini, Max Gazzè e Malika Ayane è bagno di folla per le Feste di Settembre 2019. Delle feste macchiate però da due gravi fatti di cronaca. Un ragazzo, durante la nottata, cade dalla balcone in via delle Rimembranze e muore alcune settimane dopo a causa dei gravi traumi riportati e un giovane viene colpito da balordi rischiando di perdere la vista ad un occhio. Entrambi gli episodi tornano a far parlare del problema alcol e sicurezza, soprattuto tra i giovani.
Il 27 settembre, anche Lanciano si colora con la manifestazione Fridays For Future che porta in piazza migliaia di studenti che marciano e manifestano per sensibilizzare i governi al problema dei cambiamenti climatici.

OTTOBRE - L’8 ottobre, a poco più di un anno dalla violenta rapina ai danni dei coniugi Martelli, si chiude il primo grado del processo ai danni dei romeni accusati di essere i responsabili dell’atto criminoso. Per il giudice di Lanciano, con diversi gradi di responsabilità, sono tutti condannati. Il palo, a poche settimane dall’udienza, otterrà gli arresti domiciliari. Il 10 ottobre, con l’aiuto di legali e forze dell’ordine, il Comune di Lanciano ritorna in possesso dei locali del Mercato Coperto che, non senza difficoltà, riapriranno un paio di settimane dopo.

NOVEMBRE - Il penultimo mese dell’anno si apre con la prima della stagione di prosa del teatro Fenaroli che porta a Lanciano un grande Leo Gullotta, interprete magistrale di un Pirandello sempre attuale. Il 5 novembre, gli studenti delle scuole incontrano due ragazze di San Patrignano in un confronto toccante, sincero e costruttivo. Il 29 novembre Torino di Sangro è tristemente protagonista di un feroce fatto di cronaca: un uomo di 68 anni uccide la moglie di 65 e poi chiama i Carabinieri 

DICEMBRE - A Lanciano non si parla che di albero - iceberg in piazza Plebiscito tra polemiche, passaggi nelle tv nazionali e improbabili accostamenti con il Titanic di Pescara.
A Roma si concludono finalmente due vertenze che hanno interessato la Val di Sangro: c’è la firma con la Baomarc per la ex Honeywell ed il passaggio ufficiale della ex Blutec al gruppo Magnetto.
Ed è notizia di ieri, il tragico incidente in via per Treglio, a Rocca San Giovanni in cui ha perso la vita Hamida Ghazouani, 58 anni, mentre attraversava per tornare a casa.

 

 

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Commenti




 

     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi