Torna il presepe nel primo arco della Torre Civica - Riuscirà la natività donata dai frati a sedare le polemiche in città?

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


30 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Lanciano   Attualità 12/12/2019

Torna il presepe nel primo arco della Torre Civica

Riuscirà la natività donata dai frati a sedare le polemiche in città?

Dopo le polemiche legate all’albero iceberg #GoOn, l’amministrazione fa una netta virata verso la tradizione e sceglie di tornare a posizionare un presepe nella nicchia all’interno della Torre Civica.

"Una stupenda natività scalderà il cuore di tutti. - dice l’assessore alla Cultura, Marusca Miscia - Giuseppe, Maria e il Bambino Gesù, messaggio autentico e universale di pace e di amore sono il vero simbolo del Natale che unisce e che a Lanciano anticipiamo attraverso il rito della Squilla il 23 dicembre”.

Insomma, non solo arte moderna e innovazione in questo Natale lancianese, ma un bellissimo e tradizionale presepe, con pastori alti circa un metro.

“Grazie di cuore a Padre Nando del convento dei frati di Sant'Antonio per la grande disponibilità, a Raffaele Sabella (priore dell’Arciconfraternita Morte e Orazione, ndr) per averci aiutato nella ricerca, ai tecnici e al personale del Comune di Lanciano per il servizio di trasporto e posizionamento - conclude l’assessore Miscia - delle bellissime statue che saranno presto visibili all'interno dell'arco più basso della torre”. 

E chissà se Giuseppe, Maria e il piccolo Gesù, dall’alto della Torre Civica, riusciranno a placare le polemiche e a riportare in città la vera essenza dello spirito natalizio.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi