"Con la luna per mano", al via la stagione di teatro ragazzi a Lanciano - Si parte domenica 17 novembre al teatro Fenaroli

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Eventi 16/11

"Con la luna per mano", al via la stagione di teatro ragazzi a Lanciano

Si parte domenica 17 novembre al teatro Fenaroli

Con la luna per mano, è questo titolo semplice e immaginifico che aprirà la stagione di Teatro Ragazzi del teatro Fenaroli di Lanciano, realizzata da “I Guardiani dell’Oca” di Guardiagrele e inclusa nella stagione 2019/2020. Lo spettacolo, con l’elaborazione drammaturgica e regia Giovanna Facciolo, conquisterà il pubblico dei più piccoli domani, domenica 17 novembre, alle ore 17.

Le scene, interpretate da Ramona Carnevale e Marta Vedruccio, nascono da un progetto di Rosa Rongone e Ramona Carnevale per "Il Teatro dell'Immaginario per le nuove generazioni". È proprio in uno spazio immaginario che i due personaggi teneri e stra-lunati si incontrano e scoprono una luna sfuggente e scherzosa, che si lascia afferrare come un palloncino per farsi amica e compagna di giochi.

Tra un cuscino e una coperta, attorno a un magico baule, i nostri due personaggi si aspettano e si scoprono quasi in punta di piedi. Due solitudini che si cercano per volare lontano e inventare piccoli universi, poetici e divertenti, dove fondersi, dividersi, confondersi, allungarsi, sdoppiarsi, trasformarsi, e diventare altro da sé e sé insieme all’altro. Si intende bene come, sebbene l’età consigliata sia dai tre anni in su, non pochi dei genitori ne rimarranno affascinati. La relazione tra adulto e bambino, infatti, è spesso al centro di questo divenire buffo e poetico dove segni e significati si rincorrono e si trasformano.

Protagonisti sono piccoli universi abitati da mani, piedi, ombrelli, cappelli, forme e colori di semplici oggetti rubati al quotidiano e re-inventati da insolite e divertite narrazioni. La musica sostiene il movimento ed evoca l’emozione, in questa dimensione immaginifica, che parte dalla centralità del corpo come terreno di creazione e visionarietà, per rivolgersi a quel pubblico che, a partire dai piccolissimi, ha ancora bisogno di guardare la luna e tenerla per mano.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi