Investe motociclista e fugge, è caccia al pirata della strada - L’incidente domenica 20 ottobre, poco dopo le 18, in viale Cappuccini
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


5 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Lanciano   Cronaca 22/10/2019

Investe motociclista e fugge, è caccia al pirata della strada

L’incidente domenica 20 ottobre, poco dopo le 18, in viale Cappuccini

Quattro costole rotte, una spalla fratturata e 45 giorni di prognosi. È questo il triste bilancio dell’incidente in cui è stato coinvolto Camillo De Simone, 48enne lancianese, investito mentre era in moto, da un automobilista fuggito via.

“Ero in viale Cappuccini, poco più del passaggio a livello e degli uffici della Sasi e scendevo con la mia moto, dalla Marcianese verso il centro di Lanciano. - racconta Camillo a Zonalocale - Quando un’auto, una Toyota grigia, che arrivava dal senso opposto di marcia, ha invaso la mia semi carreggiata e mi ha costretto ad uscire fuori strada. La moto è volata via per circa 80 metri girando su se stessa come una girandola, io sono caduto a terra malamente, e il conducente dell’auto ha pensato bene di dileguarsi”.

Un brutto episodio che ha spinto Camillo, oltre a prepararsi a fare una regolare denuncia, a scrivere su Facebook l’accaduto per farsi aiutare a trovare il pirata della strada. “Fortunamente c’era un’altra auto che ha visto tutta la scena - spiega ancora Camillo - e nella stradina in cui è fuggito l’automobilista, ci sono delle telecamere i cui filmati sono ora al vaglio delle forze dell’ordine. Unica nota positiva? La solidarietà degli amici e lo staff impeccabile del reparto di Ortopedia dell’ospedale di Lanciano”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi