Prova ad introdurre droga in carcere, arrestato 20enne romano - A colloquio con un amico, gli trovano 8 grammi di hashish nelle scarpe

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Cronaca 17/09

Prova ad introdurre droga in carcere, arrestato 20enne romano

A colloquio con un amico, gli trovano 8 grammi di hashish nelle scarpe

È stato sorpreso, e per questo arrestato, mentre tentava di introdurre sostanze stupefacenti all’interno della casa circondariale di Lanciano durante un colloquio con un amico.

È accaduto a G.E., romano di 20 anni, domenica 14 settembre, nel carcere di Villa Stanazzo. Il ragazzo, perquisito nell’ufficio colloqui, è stato trovato in possesso di 8 grammi di hashish, occultati in involucri all’interno della scarpa e del calzino per farli arrivare all’amico detenuto nel reparto di media sicurezza.

Oggi, 17 settembre, il Gip del Tribunale di Lanciano, Massimo Canosa, ha convalidato l’arresto e disposto nei confronti dello stesso la misura degli arresti domiciliari. 

“L’operazione rientra nell’ambito di una serie di attività di prevenzione e contrasto all’indebita introduzione negli istituti penitenziari di  sostanze stupefacenti ed oggetti pericolosi per l’ordine e la sicurezza interni”, afferma il comandante del reparto di Polizia penitenziaria della casa circondariale, Gino Di Nella.

L’istituto penitenziario di Lanciano riceve, infatti, in media circa 9mila visitatori l’anno che si recano a visitare i propri congiunti detenuti per cui è fondamentale eseguire minuziosi a ed accurati controlli eseguiti periodicamente dal personale di Polizia Penitenziaria anche con l’ausilio delle unità cinofile dell’Amministrazione Penitenziaria.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi