Feste, i commercianti protestano: "Concorrenza sleale dagli stand temporanei" - "Paghiamo le tasse tutto l’anno e poi ci troviamo ad essere penalizzati"

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


16 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Lanciano   Attualità 12/09/2019

Feste, i commercianti protestano: "Concorrenza sleale dagli stand temporanei"

"Paghiamo le tasse tutto l’anno e poi ci troviamo ad essere penalizzati"

“Proprio noi che lavoriamo sul territorio e paghiamo le tasse tutto l’anno, durante il periodo delle Feste, ci troviamo ad essere penalizzati a causa degli stand enogastronomici che vengono piazzati puntualmente di fronte le nostre attività”. È quanto afferma Patrizia Spadano, proprietaria del locale “Blanco”, che si trova in piazza Dellarciprete, a poco più di 24 ore dalla Nottata che aprirà i giorni clou del Settembre Lancianese [LEGGI QUI].

“A me è stata concessa l’autorizzazione solo per 4 tavolini fuori dal mio locale e il diniego per mettere altre spillatrici per la birra. - spiega Patrizia - E ora mi ritrovo con 4 stand temporanei, di commercianti che vengono da fuori Lanciano, proprio di fronte al mio locale, a farmi concorrenza, nei giorni delle Feste della mia città”.

E non si spiega come mai non ci sia stato un controllo a monte, anche dell’assessorato competente, per evitare queste sovrapposizioni. “E non mi si venga a parlare di contributi al comitato più o meno elargiti - dice - perché io ho sempre collaborato come ho potuto, ma quest’anno da noi non è passato nessuno per la questua, e comunque sia di sicuro il motivo non può essere questo”.

Ed è amareggiata e arrabbiata per quella che definisce a tutti gli effetti una “concorrenza sleale” che poteva essere evitata. “E questo atteggiamento - afferma ancora la Spadano - non danneggia solo me, ma tutta l’economia locale visto che lo stesso trattamento è stato riservato anche ad altri esercenti. È questa la situazione? Vorrà dire che alla Nottata, venderò le birre a 1 euro. Se devo regalare qualcosa a qualcuno - conclude - voglia regalarla ai lancianesi”.

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi