Dehors, trovato l’accordo ma non per piazza Plebiscito - Individuate diverse zone di interesse con modalità e possibilità differenti
 
Lanciano   Attualità 06/08

Dehors, trovato l’accordo ma non per piazza Plebiscito

Individuate diverse zone di interesse con modalità e possibilità differenti

È stato firmato questa mattina a Chieti dal sindaco Mario Pupillo l’accordo con la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio dell'Abruzzo in merito alla possibilità di posizionare i dehors nel centro storico di Lanciano. 

L'accordo, proposto dalla Soprintendenza dopo una serie di incontri con l'Amministrazione, approvato dalla Giunta Pupillo la scorsa settimana e sottoscritto questa mattina, avrà durata quinquennale, rinnovabile per altri cinque anni. Le novità sostanziali riguardano la possibilità per le attività commerciali di utilizzare ombrelloni, tavoli e sedie per tutto l'anno, mentre i dehors potranno essere installati per un tempo complessivo non superiore ai sei mesi l'anno secondo le esigenze e le necessità dell'attività artigianale e di somministrazione cibi e bevande.

L'accordo individua gli spazi pubblici di specifico interesse classificati in due ambiti: zona A, quartieri del centro storico compresa piazza Plebiscito e e zona B corso Trento e Trieste e Viali. I dehors già autorizzati dalla Soprintendenza nell'area del centro storico dovranno essere adeguati entro 24 mesi dalla firma dell’accordo. I dehors esistenti privi di autorizzazione della Soprintendenza dovranno essere rimossi entro 12 mesi dalla firma dell'accordo, potendo in un successivo momento essere nuovamente installati conformemente all’accordo.

Non potranno essere installati dehors a ridosso di immobili vincolati, ad eccezione del posizionamento di ombrelloni, tavolini e sedie che potranno essere collocati nella zona B; in particolare, lungo corso Trento e Trieste, dove non potranno essere installati dehors in quanto i Portici Comunali sono vincolati, gli ombrelloni, le sedie e i tavolini vanno posizionati sull'area del marciapiede senza invadere la nuova pavimentazione pedonale di recente realizzazione.

Sull'area del sagrato della chiesa Cattedrale Madonna del Ponte in piazza Plebiscito non potranno essere collocati dehors, né ombrelloni con tavolini e sedie. Quest'area, si legge al punto 9 dell'accordo, dovrà restare di esclusivo rispetto della chiesa stessa, salvo le manifestazioni di carattere temporaneo compatibili – a giudizio della Soprintendenza – con il contesto storico/architettonico dell'area e degli immobili di pregio già sottoposti a vincolo diretto e indiretto. Il testo integrale dell'accordo sottoscritto sarà pubblicato online nella sezione Attività Produttive del sito istituzionale. 

“Il testo dell'accordo sottoscritto oggi a Chieti è stato vagliato e discusso nel corso di diversi incontri con la Soprintendenza, alla quale hanno partecipato su invito dell'assessore al Commercio Francesca Caporale, che ringrazio, sia i consiglieri comunali di maggioranza che di minoranza, le associazioni di categoria e i commercianti interessati dall'accordo. Lanciano - commenta il sindaco Mario Pupillo - è una città di servizi, il commercio va tutelato e sostenuto nelle forme più opportune nel rispetto delle leggi e delle norme che tutelano i beni artistici e architettonici della città. Il vincolo con cui la Soprintendenza ha inteso tutelare e proteggere gli immobili di pregio e l'area di piazza Plebiscito conferma il valore del patrimonio artistico, culturale e architettonico di Lanciano, - spiega il sindaco - una ricchezza che va messa a reddito anche attraverso le attività imprenditoriali e artigianali che ogni giorno si impegnano ad offrire servizi di qualità ai turisti, ai visitatori del nostro centro storico”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi