Doppio appuntamento con la grande musica dell’Estate Musicale Frentana - Oltre 50 musicisti per l’Orchestra Sinfonica Giovanile a Lanciano e Ortona
 
Lanciano   Musica 16/07

Doppio appuntamento con la grande musica dell’Estate Musicale Frentana

Oltre 50 musicisti per l’Orchestra Sinfonica Giovanile a Lanciano e Ortona

Doppio appuntamento, a Lanciano e ad Ortona, con la grande musica dell’Estate Musicale Frentana per la 48esima stagione didattica e concertistica.

L’Orchestra Sinfonica Internazionale Giovanile si esibirà infatti sabato 20 luglio, alle ore 21.30, nella piazza d’Armi delle Torri Montanare di Lanciano e, in decentrata, domenica 21 luglio, alle ore 22, nella splendida cornice del Castello Aragonese di Ortona.

Sul palco salirà un organico orchestrale di oltre 50 giovani allievi preparato da docenti italiani per un progetto ministeriale che vede la collaborazione dell’associazione Amici della Musica - Fedele Fenaroli di Lanciano con quella dei Giovani Accademici di Ortona, per l’evento concertistico “Suoni riflessi - Musica tra Aria, Acqua e Terra”.

I musicisti, diretti dal Maestro ortonese Paolo Angelucci e accompagnati dai solisti Rossana Cauti e Andrej Kurti, eseguiranno la Sinfonia concertante [n. 52] in mi bemolle maggiore per violino e viola, K 1 364 (K 6 320d) di Mozart e la Sinfonia n. 7 in la maggiore, op. 92 di Beethoven.

Composta a Salisburgo nell'estate del 1779, la Sinfonica concertante in mi bemolle maggiore per violino e viola è il massimo risultato raggiunto da Mozart nella composizione con più strumenti solisti e orchestra. È un concerto doppio in piena regola: il nome di "sinfonia" qui sembra alludere soprattutto alla matura e intensa scrittura sinfonica dell'opera, sempre al di sopra di un banale concetto di accompagnamento, non a una qualche riduzione del ruolo degli strumenti solisti, impegnati in sortite di notevole rilievo ciascuno per suo conto e in un dialogo costantemente teso e articolato. 

La Settima Sinfonia di Beethoven nasce invece tra l'autunno 1811 e il giugno 1812, contemporaneamente all'Ottava e alle musiche di scena per Le rovine d’Atene.Considerando la natura particolare delle sinfonie Ottava e Nona, si può dire che con la Settima  Beethoven chiude un capitolo nella storia della sinfonia, esaurendo tutto il potenziale linguistico e comunicativo evidenziato dalle ultime sinfonie di Haydn e Mozart circa venti anni prima.  

Sabato 20 luglio, la biglietteria sarà aperta da un’ora prima del concerto, nel botteghino delle Torri Montanare, posto unico 10 euro. Ad Ortona, l’ingresso è libero.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi