Nuova Lanciano su cda Tua: "Aspettiamo a dare giudizi" - "Insensate e pretestuose le accuse dell’amministrazione comunale"
CHIUDI [X]
 
Lanciano   Politica 05/07

Nuova Lanciano su cda Tua: "Aspettiamo a dare giudizi"

"Insensate e pretestuose le accuse dell’amministrazione comunale"

“Aspettiamo di vedere all’opera il nuovo consiglio di amministrazione di Tua, solo così potremo esprimere dei giudizi”. Il gruppo consiliare di minoranza Nuova Lanciano smorza le polemiche riguardo le recenti nomine all’interno dell’organigramma aziendale dell’azienda regionale di trasporti.

“Il centro sinistra se ne faccia una ragione – dichiarano i consiglieri Paolo Bomba e Angelo Palmieri – saremo i primi a contestare e criticare le recenti nomine qualora i rappresentanti del rinnovato cda Tua non dovessero svolgere con coscienza e professionalità il loro mandato e non dovessero degnamente rappresentare tutto il territorio e, più in particolare, quello di Lanciano. Ma prima di allora giudichiamo insensate e pretestuose le accuse di metodo rivolte al governo regionale, accuse mosse strumentalmente, per il gusto sadico del centro sinistra di criticare a priori, prima ancora che si manifesti qualsiasi risultato”.

“Sembra quasi che prima dello scorso 10 febbraio – proseguono i consiglieri – la Regione Abruzzo fosse una macchina perfetta di efficienza e organizzazione. Dal giorno dopo l’insediamento di Marsilio, invece, tutto sarebbe allo sfascio. Ma stiamo parlando dello stesso governo che, a distanza di pochi mesi dall’avvicendamento di un nuovo presidente della giunta regionale, secondo la visione distorta del centro sinistra, non solo cambia forma, così come avviene democraticamente a seguito di ogni consultazione elettorale, ma cambierebbe drasticamente perfino la sostanza. Il nuovo governo, stiano sereni i rappresentanti del Pd, sarà invece senza dubbio di gran lunga migliore del precedente”.

“Dov’erano in questi anni tutte queste levate di scudi per Sangritana? – rimarcano Bomba e Palmieri – e che cosa si è ottenuto, con un governo regionale di centro sinistra e un’amministrazione dello stesso orientamento, sulle questioni che tanto hanno angustiato il sindaco Mario Pupillo in otto anni di amministrazione, dall’ex tracciato ferroviario fino alla realizzazione del nuovo terminal bus della Pietrosa?”.

Nuova Lanciano replica anche all’accusa di una “minoranza a trazione Tonia Paolucci” rivolta dal capogruppo Pd in consiglio, Angelo Laccisaglia: “Non accettiamo lezioni di politica da chi ha dimostrato invece di andare a totale rimorchio del Pd dimenticando le priorità della città e gli interessi dei cittadini lancianesi. Prova ne è, proprio riguardo alle ultime elezioni regionali, che il Pd lancianese e le liste civiche a loro organiche abbiano deciso di schierare un tris di assessori, privilegiando gli interessi personalistici ed azzerando di fatto le possibilità che venisse eletto un rappresentante lancianese in Regione. Né possono darci lezioni su come si amministra la città, del resto i catastrofici risultati sono sotto gli occhi di tutti. Inoltre – chiosano i consiglieri Bomba e Palmieri – consideriamo la diversità tra i vari gruppi di opposizione una risorsa e un valore aggiunto e non un problema. Altri, invece, fanno finta che tutto vada bene nonostante palesi divisioni interne”. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi