Mercato del sabato: inserire anche il cibo oppure no? - Confesercenti: "Mercato Scoperto deve trovare collocazione in piazza Garibaldi"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


10 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Lanciano   Attualità 21/06/2019

Mercato del sabato: inserire anche il cibo oppure no?

Confesercenti: "Mercato Scoperto deve trovare collocazione in piazza Garibaldi"

Si è tenuto ieri l’incontro tra associazioni di categoria e assessorato sul futuro del Mercato Scoperto e sulla possibilità di inserire la vendita di food all’interno del mercato del sabato mattina.

“Noi di Confesercenti - spiega il presidente di Lanciano, Mirco Spinelli - abbiamo chiesto l'incontro con le altre associazioni interessate alla questione e tutti hanno espresso parere contrario alla concessione degli spazi di via Monte Maiella all'associazione Mercato Scoperto perché l'iniziativa è estremamente concorrenziale alle attività del mercato coperto e gli operatori ne verrebbero danneggiati”.

Confesercenti ricorda come, però, ormai da anni si stai chiedendo l’inserimento della vendita di cibo all’interno del mercato del sabato mattina ma, da sempre, il motivo ostativo è stato quello della diretta concorrenza con gli agricoltori del mercato coperto, in piazza Garibaldi.

“Noi sosteniamo, - prosegue Spinelli - insieme a Coldiretti e CIA, che gli operatori di Mercato Scoperto dovranno trovare valorizzazione e spazio proprio all’interno del mercato coperto, non appena disponibile, di piazza Garibaldi al fine di valorizzarne finalmente le capacità appieno”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi