Nasce Abruzzo Interbiblio, la rete culturale che unisce sei comuni - Condivisione del patrimonio bibliotecario per un maggior interscambio
 
Lanciano   Attualità 19/06

Nasce Abruzzo Interbiblio, la rete culturale che unisce sei comuni

Condivisione del patrimonio bibliotecario per un maggior interscambio

Sono sei i comuni protagonisti del nuovo Polo bibliotecario Abruzzo Interbiblio, punto di arrivo di un percorso articolato intrapreso dalle biblioteche comunali di Lanciano, Pineto, Silvi, Francavilla al Mare, Mozzagrogna e Popoli per permettere a ciascuna biblioteca aderente di svolgere il proprio ruolo, valorizzandone la specificità, attraverso la realizzazione di un sistema che ne aumenti la visibilità e l’impatto sul territorio, gli permetta di ottenere e ottimizzare risorse, di sviluppare e gestire infrastrutture e di accrescere e trasferire le proprie buone pratiche.

La rete ha l’obiettivo di coordinare le attività delle singole realtà per favorire, così come previsto dalla vigente legge regionale sulle biblioteche, buone pratiche di cooperazione a vantaggio delle singole biblioteche ma soprattutto di tutti fruitori, reali e potenziali, del patrimonio culturale esistente. Mettere, dunque, a loro disposizione non soltanto un patrimonio documentario e di servizi più vasto e significativo per le loro diverse esigenze, di studio, di informazione, di lettura, di documentazione, di svago, ma anche un’offerta sistematica e sinergica di attività divulgative, di iniziative culturali, di opportunità, conoscenza e scambio tra e con realtà di ampio respiro.

A presentare l’iniziativa, stamattina, a Lanciano, il vicesindaco Giacinto Verna, il sindaco di Mozzagrogna Tommaso Schips, il sindaco di Popoli Concezio Galli, il vicesindaco di Pineto Alberto Dell’Orletta, il sindaco di Francavilla Antonio Luciani e l’assessore alla Cultura ed il sindaco di Silvi, Giuseppina Di Giovanni e Andrea Scordella.

Il territorio regionale abruzzese comprende biblioteche molto variegate che testimoniano, con i loro patrimoni documentali, anche molto importanti e rari, la ricchezza del patrimonio culturale locale. Spesso però, questa ricchezza non è adeguatamente valorizzata e promossa a causa del sostanziale isolamento e delle poche risorse a disposizione delle singole biblioteche. Con la neo-costituzione del Polo bibliotecario Abruzzo Interbiblio saranno valorizzate le risorse documentali e le attività delle biblioteche appartenenti a comuni aperti al pubblico e promossi lo sviluppo della rete bibliotecaria regionale per la cooperazione nazionale e internazionale.

Si sta ora procedendo alla formazione di un catalogo unico di accesso al patrimonio documentale dell’intero Polo e l’attivazione di un servizio di prestito interbibliotecario, nonché alla realizzazione di iniziative culturali di promozione della lettura, cultura e della conoscenza.

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi