L’Arciconfraternita Morte e Orazione porta gli Incappucciati a Matera - In occasione del Cammino Nazionale di Fraternità, vetrina unica per Lanciano
 
Lanciano   Attualità 12/06

L’Arciconfraternita Morte e Orazione porta gli Incappucciati a Matera

In occasione del Cammino Nazionale di Fraternità, vetrina unica per Lanciano

Augusto Sardellone, Raffaele Sabella, Mario Pupillo e Marusca MisciaIl chiarore delle fiaccole dei confratelli, l’incedere lento del cireneo scalzo sotto il peso della Croce, le musiche di Masciangelo e Ravazzoni, il prossimo 15 giugno, alle ore 22.30, renderanno ancora più suggestive le vie del centro storico di Matera, nella due giorni dedicata al Cammino Nazionale di Fraternità delle Confraternite d’Italia.

L’Arciconfraternita Morte e Orazione di Lanciano, infatti, nel weekend, sarà nella città lucana, per il Cammino Nazionale di Fraternità delle Confraternite d’Italia, ma soprattutto porterà nella città Capitale della Cultura 2019 la processione degli Incappucciati del Giovedì Santo lancianese.

“Siamo orgogliosi di poter portare a Matera questa nostra grande tradizione. - dice il priore Raffaele Sabella - Da Lanciano andremo in 120, dai bambini 3 anni fino ad arrivare ai meno giovani di 94”.

E se il Cammino delle Confraternite ci sarà la mattina di domenica 16 giugno, con la partecipazione di circa 300 confraternite e 9mila confratelli da tutta Italia, l’appuntamento “frentano” è invece in programma per la sera prima, sabato 15, quando la fiaccolata degli Incappucciati, dalla chiesa del Purgatorio, illuminerà le vie di Matera proprio come accade con il centro storico lancianese nella sera del Giovedì Santo.

“Lanciano è da sempre in pole position nella Confederazione Nazionale delle Confraternite d’Italia, - sottolinea il delegato per Abruzzo e Molise, Augusto Sardellone - e la nostra fiaccolata degli Incappucciati sarà un segno tangibile del patrimonio immateriale che le confraternite lasciano nel mondo ormai da secoli”. 

E prima dell’uscita dei confratelli, nella chiesa messa a disposizione dell’Arciconfraternita Morte e Orazione, ci sarà l’esposizione dei Talami, della Croce, dello stendardo e della Pannarola che di solito, assieme ai bambini, apre la Solenne Processione del Cristo Morto, nel giorno del Venerdì Santo. E non mancheranno il Christus di Masciangelo e l’Elegia di Ravazzoni suonate per l’occasione dalla banda Città di Matera.

“Non sarà solo l’Arciconfraternita a sfilare tra le vie del centro storico di Matera - affermano il sindaco Mario Pupillo e l’assessore alla Cultura, Marusca Miscia, a Matera anche loro nel weekend - ma sarà tutta la città di Lanciano a mettersi in mostra nella Capitale della Cultura, attraverso uno dei suoi emblemi più significativi”. 

E anche noi di Zonalocale, questo fine settimana, saremo a Matera con l’Arciconfraternita e seguiremo, anche in diretta, le processioni e gli appuntamenti che porteranno Lanciano in una vetrina nazionale più unica che rara.

 

 

Guarda il video

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi