Comune non eroga fondi, canile di Lanciano chiede aiuto alla cittadinanza - Fatture non pagate da dicembre, associazione Quattrozampe indebitata
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


30 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Lanciano   Attualità 26/04/2019

Comune non eroga fondi, canile di Lanciano chiede aiuto alla cittadinanza

Fatture non pagate da dicembre, associazione Quattrozampe indebitata

“Ormai da quattro mesi, e dopo diversi solleciti, l’associazione provvede alle cure ed all’assistenza continua ed incessante dei cani ricoverati al canile municipale, in quanto l’amministrazione comunale si è resa inadempiente con il pagamento delle fatture emesse per il mantenimento dal mese di dicembre”.

E’ un grido d’allarme e di aiuto quello lanciato dall’associazione Quattrozampe Lanciano, gestore del canile di Lanciano ed in una situazione di enorme disagio.

“Da quella data, - si legge in una nota di Quattrozampe Lanciano - l’associazione si è indebitata considerevolmente verso tutti i suoi fornitori di beni e servizi ed ora non ha più risorse per far fronte al fabbisogni dei cani di proprietà del Comune”. Per questo motivo i volontari si vedono costretti a chiedere un forte e grande aiuto a tutta la cittadinanza per la donazione di crocchette per adulti e cuccioli, scatolette, riso soffiato, antibiotici, cortisone, antidolorifici, antinfiammatori e detersivi.

“Consapevoli e fiduciosi nella bontà di ognuno - prosegue la nota - anticipatamente ringraziamo, affinché continui il buon andamento di gestione che l’associazione garantisce ogni giorno. Si coglie infine l’occasione - conclude l’associazione - per invitare l’amministrazione comunale a rendersi diligente per l’impegno economia verso l’associazione, nonché di voler adempiere quanto prima allo spurgo della fogna otturata dal 2 marzo, richiesta inoltrata con urgenza a mezzo PEC all’Ufficio Tutela Ambiente del Comune di Lanciano, ad oggi non ancora evasa e per ristabilire le normali condizioni igienico- sanitarie a tutela sia degli animali che delle persone”.

L'assessore all'Ambiente Davide Caporale, nel frattempo, ha convocato un incontro con la stampa lunedì 28 aprile per dire la sua sulla vicenda.

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi