CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


23 settembre 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Lanciano   Attualità 30/10/2018

Strade provinciali non retrocesse all’Anas, Tonia Paolucci accusa Pupillo

"Perché il sindaco/presidente non ha battuto i pugni sul tavolo della Regione?"

"Per quale ragione il sindaco di Lanciano Mario Pupillo, nonché presidente della Provincia, non si è impegnato con la Regione per far inserire tra le strade retrocesse all'Anas la Lanciano-Fossacesia [LEGGI QUI] e la Lanciano-San Vito in direzione del casello della A14, che rappresentano arterie strategiche per l'accesso alla nostra città e che con questa operazione avrebbero potuto finalmente vedere eseguiti i necessari interventi di manutenzione?”.

Lo chiede la capogruppo di Libertà in Azione in consiglio comunale, Tonia Paolucci, che polemizza con il primo cittadino sulla situazione delle due principali vie di comunicazione tra il capoluogo frentano e il litorale.

"E' incredibile - rimarca la rappresentante della minoranza - che il sindaco non si sia attivato con l'ex presidente della Regione, Luciano D'Alfonso, esponente del suo stesso partito, per sostenere le istanze del nostro territorio". Per la Paolucci, le condizioni delle due strade rimaste di competenza provinciale, sono ormai insostenibili.

"Sono piene di buche - continua - che costringono gli automobilisti a pericolosi slalom, che negli ultimi mesi hanno causato numerosi incidenti stradali. Eppure a Pupillo tutto questo non pare interessare, impegnato com'è solo a occuparsi della sua perenne campagna elettorale. Avrebbe invece dovuto battere i pugni sul tavolo della Regione, per ottenere un provvedimento giusto e sacrosanto, invocato dai sindaci interessati e anche e soprattutto dalle decine di operatori economici che hanno le loro attività lungo quelle strade. Retrocederle all'Anas avrebbe rappresentato un'occasione unica per ripristinare quelle condizioni minime di sicurezza che, forse il sindaco-presidente dimentica, sono un diritto degli utenti e non una gentile concessione del potente di turno". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Annunci di Lavoro

     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi

       
       

      Chiudi
      Chiudi