Lanciano   Attualità 12/07/2018

Porta San Biagio, strada ridotta a mulattiera

Marco Pasquini (CPI): "monumento all’incapacità dell’amministrazione"

La pavimentazione della strada che attraversa Porta San Biagio è saltata. La strada del centro storico che conduce all’antica porta lancianese d’epoca medievale adesso è ridotta ad una mulattiera. Le zone danneggiate sono proprio quelle dove, nei mesi scorsi, SASI e Comune sono intervenuti per la manutenzione delle condotte idriche. 

“Siamo al limite del ridicolo. – commenta Marco Pasquini, responsabile lancianese di CasaPound Italia - Le pietre erano state rimosse per permettere la manutenzione delle condotte idriche. Gli operai della SASI avevano rattoppato le buche con dell’asfalto, suscitando l’indignazione cittadina visto che quella strada è di epoca medievale. Cogliendo la palla al balzo, vantandosi di come celermente la giunta si fosse adoperata per sanare lo scempio di Porta San Biagio, il Comune ricollocò i sanpietrini rimossi per ridare il giusto decoro storico. Peccato che a tre settimane dai lavori, la pavimentazione sia quasi completamente smantellata”.

 ”Dopo la riapertura delle buche lungo la strada per Villa Stanazzo a pochi giorni dall’intervento di riparazione - prosegue Pasquini - adesso siamo di fronte al monumento all’incapacità di questa amministrazione di effettuare interventi con criterio e ben fatti. Il comune deve adoperarsi rapidamente e decentemente nel sistemare il tracciato. Porta San Biagio è l’unica porta medievale ancora visitabile oggi dell’antiche mura di Lanciano, tappa di ogni percorso turistico per chi visita la nostra città. Oltre al danno storico, - conclude - la beffa è che quella strada ha oltre mille anni e ha resistito al tempo e all’usura, mentre i vanti dei nostri amministratori sono durati meno di tre settimane".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Necrologi

         
         

        Chiudi
        Chiudi