CHIUDI [X]
 
Castel Frentano   Ambiente 06/06/2018

A Castelfrentano arriva Junker, l’app che aiuta a fare la differenziata

Junker riconosce i singoli prodotti e dice come differenziarne le singole parti

A Castelfrentano arriva Junker, l’app che aiuta a fare la differenziata domestica in modo semplice, veloce e soprattutto senza errori.

Junker riconosce i singoli prodotti e dice subito come differenziarne le singole parti. Ad oggi i prodotti riconosciuti sono più di 1 milione. Gode di un database ‘in progress’ che viene aggiornato quotidianamente anche grazie al contributo degli utenti. “Se il prodotto scansionato non viene riconosciuto, - spiega il vicesindaco e assessore all’Ambiente Mario Verratti - l’utente può trasmettere all’app la foto del prodotto e ricevere la risposta in tempo reale, mentre la referenza viene aggiunta a quelle esistenti. Uno strumento innovativo perfettamente in linea con la filosofia delle smart cities.”

Ma cosa fa Junker? Scansionando il codice a barre di un prodotto da gettare, Lo riconosce, lo scompone nelle materie prime che lo costituiscono e indica in quali contenitori vanno gettate le singole parti secondo le regole comunali aggiornate del luogo in cui ti trovi. Ci sono più modi per identificare il prodotto: fotografandone il codice a barre o digitandolo manualmente; cercando il prodotto con input di testo, fotografandone i simboli chimici. Inoltre, grazie alla geolocalizzazione chiunque, cittadini residenti o turisti di passaggio, potrà rapidamente essere informato sulle regole comunali di raccolta differenziata, azzerando il rischio di errore e fornendo al Comune una raccolta fatta bene, aumentando il valore della differenziata. 

“Con l’applicazione Junker - afferma il sindaco, Gabriele D’Angelo - si cerca di ridurre la quantità di rifiuti destinati alle discariche a favore del riciclo delle materie prime di cui sono composti oltre che fornire molte altre informazioni: ubicazione dei punti di raccolta, percorsi, calendari del porta a porta e indicazioni per i rifiuti speciali”.

 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi

       

      Chiudi
      Chiudi