Lanciano   Attualità 14/03/2018

Nuova sezione in carcere, sit in di protesta della Polizia Penitenziaria

Troppi detenuti e poco organico, gli agenti non ci stanno e protestano

Sit di protesta questa mattina di fronte i cancelli del carcere di Villa Stanazzo di Lanciano, in occasione dell’inaugurazione della nuova sezione, da parte dei sindacati di Polizia Penitenziaria Sappe, Osapp, Uil, Sinappe, Cisl, Cnpp e Cosp.

Troppi detenuti e poco personale, è questa la denuncia degli agenti, preoccupati per la nuova ala che ospiterà altri 46 detenuti che, inevitabilmente andranno ad incidere sul lavoro già duro nella struttura.

E c’è tensione tra la direzione del carcere e le organizzazioni sindacali che si sono viste negare l’autorizzazione al sit in nel piazzale dell’istituto e che hanno dovuto spostare la protesta in un adiacente uliveto privato.

135 sono gli agenti che operano nella casa circondariale di Villa Stanazzo a fronte dei 157 che dovrebbero esserci. Meno 22 unità quindi, ma secondo il sottosegretario alla Giustizia Federica Chiavaroli, le carenze di organico della struttura frentana non sarebbero così preoccupanti tali da non permettere l’apertura della nuova sezione.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi

     
     

    Chiudi
    Chiudi