Stalking all’ex datore di lavoro, due arresti a Lanciano e Atessa - I due fratelli si trovano ora nel supercarcere di Villa Stanazzo

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


24 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Lanciano   Cronaca 22/02/2017

Stalking all’ex datore di lavoro,
due arresti a Lanciano e Atessa

I due fratelli si trovano ora nel supercarcere di Villa Stanazzo

Sono arrestati con l’accusa di stalking nei confronti del datore di lavoro che li aveva licenziati due fratelli albanesi residenti e a Lanciano e Atessa, su disposizione del Gip Massimo Canosa, su richiesta del Pm Andrea Papalia

In base alle indagini dei Carabinieri della compagnia di Atessa, su denuncia dell’imprenditore a capo di un’azienda metalmeccanica, Luan Sina (39 anni) e il fratello Perparin (38) subito dopo il licenziamento avrebbero inviato numerosi sms all’ex datore di lavoro minacciandolo di morte se non li avesse riassunti. I due erano stati licenziati, per giusta causa, a fine dicembre 2016.

I fratelli si trovano ora nel carcere di Villa Stanazzo di Lanciano.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi