Zona industriale sommersa dalla neve: "Siamo terra di nessuno" - Il rimpallo tra Comune e Consorzio attira accuse di commercianti e imprenditori

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


7 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Lanciano   Attualità 11/01/2017

Zona industriale sommersa dalla
neve: "Siamo terra di nessuno"

Il rimpallo tra Comune e Consorzio attira accuse di commercianti e imprenditori

Le strade della zona industriale di Lanciano“Come al solito siamo abbandonati, dimenticati e sommersi di neve come se non esistessimo”. E’ la denuncia di commercianti, imprenditori ed artigiani della zona industriale di Lanciano dopo la forte nevicata che si è abbattuta su Lanciano dal 5 gennaio.

“Sono passati dei mezzi il giorno prima della nevicata e poi non si è visto più nessuno. - raccontano a Zonalocale - La strada è ancora impraticabile, si è formata una pericolosa lastra di ghiaccio. Come al solito siamo terra di nessuno”.

La zona industriale di Lanciano vive da sempre una situazione di disagio dovuta ad incertezze su oneri e responsabilità che vengono a crearsi tra Consorzio Industriale ASI-Sangro, ente competente per la zona, e Comune di Lanciano, ente in cui insiste fisicamente il luogo.

“Dal Comune ci dicono che la pulizia delle strade sia di competenza del Consorzio - spiegano i commercianti - ma di questo Consorzio non ne vediamo neanche l’ombra e nel frattempo noi paghiamo le tasse due volte: al Comune e al Consorzio, per avere indietro cosa?”.

E mentre i due enti si passano la palla a vicenda in attesa di capire chi debba fare cosa, la strade della zona industriale restano sotto la neve aspettano che qualcuno passi a sgomberarle e nel frattempo i disagi per corrieri, clienti e lavoratori restano invariati.


Guarda le foto

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi