Scoppio tubature: palazzo in viale Cappuccini senza acqua né luce - Da qualche ora nevica nuovamente a Lanciano

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Cronaca 06/01/2017

Scoppio tubature: palazzo in viale
Cappuccini senza acqua né luce

Da qualche ora nevica nuovamente a Lanciano

Ore 19.00 - Salvo peggioramento delle condizioni atmosferiche, domani lunedì 9 gennaio riprenderà la raccolta dei rifiuti in tutti i comuni serviti dalla Ecolan, così come da calendario.  Potranno esservi dei ritardi per via della neve e del ghiaccio.

Visto il peggioramento del meteo, domani sarà comunicato il programma per i prossimi giorni, nella speranza di tornare al più presto alla normalità.

Ore 17.30 - Nuovi danni in città a causa di freddo e neve. A farne le spese le tubature dell’acqua che non reggono a causa delle temperature gelide. E’ accaduto intorno all’ora di pranzo in un palazzo in piazza Eraldo Miscia, nei pressi di via Ferro di Cavallo quando una condotta comunale, della manica anti incendio, è improvvisamente scoppiata. I residenti hanno allora dovuto avvisare i tecnici della Sasi che, una volta sul posto, hanno provveduto ad aggiustare la condotta.

Il danno nel palazzo in viale Cappuccini

Poco fa, invece, è scoppiata la tubatura dell’acqua del palazzo in viale Cappuccini 247, di fronte lo stadio Guido Biondi. L’acqua fuoriuscita ha bagnato anche i cavi della corrente elettrica lasciando l’intero stabile senza luce. Gli inquilini hanno provveduto ha chiudere la condotta idrica ed avvertire i tecnici ma al momento ci sono circa 20 famiglie al buio e senza acqua.

Dopo il miglioramento di questa mattina, da qualche ora nevica di nuovo in città. 

8 gennaio, ore 13.00 - Domenica tranquilla a Lanciano e nel territorio frentano. Da ieri ha smesso di nevicare, la viabilità è migliorata soprattutto nel centro città e le temperature, almeno per il momento sono in aumento. Mezzi spazzaneve e spargisale sono al lavoro per cercare di limitare i disagi alla viabilità ed arginare il pericolo ghiaccio formatosi nella notte a causa delle temperature di molto al di sotto dello zero.

Quasi totalmente risolte le situazioni critiche per la fornitura di luce e acqua. Gli operai Enel sono ancora al lavoro per ripristinare la normalità anche a Roccascalegna, Sant’Eusanio del Sangro, Casoli e Pennadomo

In serata è previsto un nuovo peggioramento metereologico con nuove nevicate e temperature in calo.

7 gennaio, ore 16.15 - Da questa mattina su Lanciano non nevica più ma i disagi sono ancora tanti. Sale sulle strade principali, ma si circola ancora a fatica a causa delle forti nevicate e del ghiaccio formatosi durante le notte. Molte le vie ghiacciate e i marciapiedi in cui si sta piano piano formando una pericolosa lastra di ghiaccio.

La situazione di viale Cappuccini questa mattina

Diverse le segnalazioni di problemi con la fornitura idrica sempre a causa delle temperature bassissime raggiunte nella notte, in molti casi ancora non risolte. Il Comune ha provveduto a rifornirsi di altri 300 quintali di sale per fronteggiare l’emergenza ghiaccio.

Sospeso anche il servizio degli autobus urbani di Di Fonzo. 

Le previsioni meteo registrano un leggero miglioramento nel pomeriggio, ma già dalla serata di domani, domenica 8 gennaio, sono previste nuove precipitazioni nevose che, nelle giornate di lunedì e martedì, potrebbero far cadere altri 15-20 centimetri sulla nostra città. Nella notte è prevista una temperatura minima di -6 gradi, il ghiaccio pertanto resta il pericolo maggiore.

Ore 10.29 - Scuole chiuse lunedì 9 e martedì 10 gennaio a Lanciano. E' arrivata l'ordinanza del sindaco Mario Pupillo con cui si è deciso di sospendere le attività didattiche delle scuole di ogni ordine e grado del territorio di Lanciano, compresi i i nidi di infanzia per le giornate di lunedì e martedì.  

7 gennaio, ore 9.00 - Seconda giornata di neve a Lanciano e dopo le precipitazioni notturne, nei punti più esposti e più alti della città, si sono superati anche i 40 centimetri di neve.Viale Marconi sotto la neve

Temperature in picchiata nella notte che sono andate, anche di molto, sotto lo zero, aumentando a dismisura il pericolo ghiaccio. La corrente elettrica sembrerebbe essere tornata in tutte le contrade interessate ieri dal problema (Madonna del Carmine, Nasuti, Sant’Amato, San Nicolino e Villa Elce) ma in alcuni casi sono state riscontrate problematiche legate alle tubature dell’acqua, ghiacciate durante la notte.

Dagli uffici di Protezione Civile fanno sapere che i mezzi sono già a lavoro ma a causa della molta neve scesa nella notte, le operazioni di pulizia e sgombero saranno ovviamente più complicate. “Si sta lavorando per assicurare almeno la minima viabilità sufficiente per gli spostamenti strettamente necessari per chi ha gomme termiche o catene, - affermano dagli uffici - chi non ha le auto adeguatamente equipaggiate non dovrebbe proprio usarle”.

6 gennaio ore 19.30 - Il problema dell'energia elettrica a Madonna del Carmine è stato risolto, ma ora manca in alcune zone di San Nicolino e Villa Elce.

Ore 17.45 - Anche alcune zone di Marcianese, dalle prime ore del pomeriggio, sono senza corrente. "Siamo senza luce, né termosifone, né stufa, - hanno raccontato i residenti a Zonalocale - tra un po' finirà anche la batteria ai cellulari e saremo completamente fuori dal mondo. In più la neve non accenna a smettere e i mezzi non passano da questa mattina". Le temperature continuano a scendere (ora siamo a -3 gradi) e con l'avanzare della sera il pericolo ghiaccio aumenta.

Ore 14.45 - Continua a nevicare su Lanciano. Dopo una tregua in mattinata, ancora forti bufere sulla nostra città.
Le strade principali sono parzialmente percorribili anche se si raccomanda l’uso dell’auto solo se adeguatamente equipaggiati ed in casi di stretta necessità. Dal Comune fanno sapere che i mezzi spargisale sono all’opera da stamattina alle 4 e proseguiranno anche nel pomeriggio soprattutto in vista delle temperature che andranno sotto lo zero in serata e nella notte per evitare la formazione del ghiaccio. Sant’Amato, Nasuti e Madonna del Carmine sono senza luce da ieri sera alle 23, così come alcune zone di Gessopalena, Atessa, Casalanguida, Altino, Casoli e Sant’Eusanio. A fronteggiare la difficile situazione ci sono solo 15 uomini per 50 comuni con una neve che non accenna a placarsi.

Ore 10.00 - Così come ampiamente annunciato dalle previsioni meteo, Lanciano questa mattina si è svegliata sotto una soffice coltre di neve. Da ieri, giovedì 5 gennaio, la neve è iniziata a scendere in città, fin dalle prime ore del pomeriggio causando i soliti disagi alla viabilità proprio nel primo giorno di saldi. Nonostante nei punti più alti della città la neve abbia raggiunto anche i 25 centimetri, al momento non si registrano particolari situazioni di disagio o pericolo.

Dagli uffici di Protezione Civile, da cui continuano a partire continui sopralluoghi, assicurano “una buona viabilità” data anche dal passaggio dei mezzi comunali e dallo spargimento di sale. In contrada Madonna del Carmine i residenti sono al momento senza luce. Il meteo prevede forti nevicate anche in tutta la giornata di oggi e parte di domani.

 

Seguiranno aggiornamenti

Guarda le foto

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi