Incidente alla centrale biomasse di Villa Pasquini - Nuovo Senso Civico: “le istituzioni facciano qualcosa”

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


2 giugno 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Lanciano   Ambiente 17/11/2016

Incidente alla centrale biomasse
di Villa Pasquini

Nuovo Senso Civico: “le istituzioni facciano qualcosa”

foto Nuovo Senso CivicoSversamento di liquami maleodoranti presumibilmente fino ad arrivare al fosso d’acqua sottostante a causa di un grave incidente alla centrale a biomasse di Villa Pasquini di Lanciano.  A denunciarlo l’associazione Nuovo Senso Civico, avvisata dagli abitanti della zona.

“Per evitare le solite pretestuose accuse di allarmismo, - dicono dall’associazione ambientalista - ci siamo recati sui luoghi interessati ed abbiamo constatato e documentato l'accaduto. Abbiamo così verificato la gravità e contestualmente provveduto ad avvisare le autorità preposte, quali il NOE (Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri) e presentato esposto alla Procura della Repubblica di Lanciano attraverso la Stazione dei Carabinieri di Lanciano”.

Ora chiede un controllo capillare dell’impianto Nuovo Senso Civico, per accertare se siano stati contaminati i terreni circostanti coltivati con numerosi vigneti e uliveti. 

“Quando, alcuni anni fa, siamo stati gli unici a contrastare la realizzazione di questo impianto ed abbiamo sventato, con la mobilitazione popolare, l'apertura di uno analogo da parte della stessa proprietà a Santa Maria Imbaro, avevamo messo in guardia sui forti rischi connessi a questo tipo di attività. - commentano da NSC - Infatti in Germania ci sono stati negli anni decine di incidenti gravi in impianti del genere, con esplosioni, contaminazioni (salmonella, tetano, ecc.) ed anche diversi morti. Purtroppo è successo anche qui a  poco tempo dall’apertura”.

“Speriamo che le istituzioni politiche e amministrative - conclude la nota dell’associazione -  si sveglino dal letargo e si ricordino che il loro primo inderogabile compito è quello di salvaguardare la salute e il benessere di tutti i cittadini”.

 

 

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi